Rotary Cellphone

Rotary Cellphone, il cellulare di passato e presente

I vecchi telefoni fissi con il disco rotante per comporre i numeri hanno fatto letteralmente storia. Il loro stile retrò e particolare li hanno resi immortali ed anche se in giro se ne vedono pochi, il loro ruolo nelle comunicazioni è stato incredibile e fondamentale. In pratica il loro funzionamento era relativamente semplice, si inseriva un dito nei numeri che componevano un numero di telefono, si faceva una piccola rotazione in base ad ogno singolo numero e poi partiva il segnale per effettuare una chiamata. Visti oggi, con tutti gli smartphone che esistono, sembrano dei telefoni da cavernicoli, ma non è così. Infatti oltre al loro aspetto affascinante, svolgevano egregiamente il loro lavoro. Sono un mix di nostalgia e vecchia tecnologia. Tecnologia che può essere adattata ai moderni circuiti elettrici, dando vita a dispositivi che racchiudono passato e presente. In questo caso è lecito parlare dell’affascinante Rotary Cellphone.

Ecco il meraviglioso Rotary Cellphone

Il Rotary Cellphone, oltre ad essere l’argomento di questo articolo, è un’invenzione davvero strabiliante. È stato creato dalla ricercatrice Justine Haupt. Questa interessante invenzione, come detto anche prima, vuole unire passato e presente. Il motivo della sua creazione è avvenuta anche per ridurre le notifiche e le varie distrazioni degli smartphone. Inoltre è più reattivo perché permette di effettuare rapidamente le chiamate, del resto è stato creato solo per le chiamate.

Come è fatto il Rotary Cellphone

Il Rotary Cellphone ha una struttura abbastanza semplice. È costituito innanzitutto da un disco rotante di un vecchio telefono fisso, un’antenna per il segnale, una barra di 10 LED che indica la qualità del segnale, dei tasti fisici per poter effettuare le chiamate, uno schermo ad inchiostro elettronico per vedere alcune informazioni ed effettuare chiamate, una batteria (infatti il dispositivo è portatile) ed una scheda elettronica Arduino che controlla il tutto, ovviamente con i giusti collegamenti e le giuste unioni e saldature. Altre parti, come per esempio l’involucro, sono state create tramite una stampante 3D.

Il funzionamento poi è semplicissimo, si scrive un numero di cellulare tramite il disco rotante e si chiama, oppure si ricevono chiamate. Eventualmente si possono anche salvare i numeri chiamati di frequente ed utilizzare solo i tasti fisici quando li si deve chiamare. Il Rotary Cellphone funziona con una normalissima scheda SIM 3G.

Come costruire il Rotary Cellphone

La costruzione del Rotary Cellphone è abbastanza semplice, esiste un sito ufficiale in cui si possono vedere alcune informazioni su questo dispositivo ed una guida su come creare questo “smartphone vintage”. Infatti la sua creazione è open source. Come detto prima la costruzione del dispositivo è semplice, lo può fare chiunque, ma ci vuole molta pazienza nel fare saldature, unire connettori, assemblare i vari chipset (soprattutto quelli che dirigono e gestiscono i dati dell’antenna), delineare il disco rotante, inserire una programmazione e far funzionare il tutto. Ma chi ha tempo e soldi per farlo, sarà un gioco da ragazzi ed anche divertente.

Conclusioni

Per concludere il tutto bisogna dire che il Rotary Cellphone è un’invenzione bizzarra e davvero interessante. Poi è notevole il fatto che chiunque, anche senza conoscere tanto di elettronica, può costruirlo. Un altro punto a favore è che col tempo può essere perfezionato e chissà, venduto in serie, o almeno si spera questo. Questo dispositivo può essere anche personalizzato, come per esempio aggiungere dei LED ai tasti fisici, un piccolo chip sonoro che si aziona quando il segnale è basso (in pratica con sensori che indicano un minor flusso di segnale) e anche una spia luminosa che indica l’arrivo delle chiamate. Il bello dei telefoni vintage è che non hanno tempo e possono essere sempre adattati al presente e viceversa. In ogni caso è palese che gli attuali smartphone sono molto più potenti e tecnologici di questo dispositivo. La cosa straordinaria di questo particolare cellulare però è che innanzitutto unisce passato e presente, può essere personalizzato e può far avvicinare all’elettronica chi non sa nemmeno cosa sia un diodo, un condensatore, un transistor e una scheda elettronica. Nella sua estrema semplicità, il Rotary Cellphone è davvero un piccolo capolavoro e a tutti gli effetti una grande genialata.

 

Ti potrebbe interessare leggere questo nostro articolo: https://technoblitz.it/playdate-informazioni-sulla-console-portatile-a-manovella/

Autore dell'articolo: redazione