Razer BlackWindow X Tournament Edition Chroma, la prova su Mac

Introduzione

Oggi andremo a recensire un prodotto della nota casa Razer, leader mondiale nella produzione di periferiche da gaming. Il prodotto in questione e’ una tastiera meccanica RGB, uscita molto recentemente. Il suo nome e’ BlackWindow X TE. Infatti Razer ha lanciato la nuova versione X che differisce rispetto alla classica in questo:

  • Ha un Corpo in alluminio di grado militare
  • Il design dei tasti e’ cambiato, infatti ci troviamo con dei tasti molto rialzati
  • Gli ingressi jack e usb sono stati rimossi e il cavo ora ha una USB singola
  • La versione X per ora ha solo l’opzioni con gli switch verdi

Unboxing

L’unboxing e’ una vera e propria esperienza, come ormai ci ha abituati Razer, grazie alle sue confezioni curate nei minimi dettagli. All’interno troveremo:

  • Tastiera
  • Certificato di autenticita’

Il cavo della tastiera e’ attaccato alla scocca, il che lo rende quasi impossibile da sostituire in caso di rottura. Per contro ha una struttura molto solida, essendo rivestito interamente e con la porta placcata in oro.

Qualita’ del materiali

Appena si prende in mano la tastiera si nota la qualità del prodotto; l’alluminio e’ un piacere da toccare e riflette in maniera spettacolare la luce dei tasti. La tastiera pesa molto, questo sicuramente dovuto all’alluminio di grado militare e in generale alla struttura molto robusta. La versione TE (TOURNAMENT EDITION) differisce dalla classica per l’assenza del tastierino numerico e di conseguenza vi e’ un giovamento dal lato portabilità, infatti come fa intuire il nome e’ progettata per i tornei.

Tasti e Layout

I tasti di questa tastiera sono un vero e proprio piacere. Razer e’ conosciuta per adottare degli switch proprietari nelle proprie tastiere, il che le rende ancora migliori. Nel caso di questa TE abbiamo dei Razer Green Switch, quelli più clicky. Questi tasti sono egregi per fare qualsiasi tipo di attività, io sono un programmatore e mi sto trovando benissimo. Ovviamente questa tastiera spicca nel gaming, dove avrete un miglioramento di velocità grazie alla minima pressione necessaria per azionarli (45/50g). Inoltre questi switch sulla carta hanno un indice di deterioramento intorno agli 80 milioni di click, un numero che fa rabbrividire la concorrenza.

La tastiera e’ disponibile su internet solo nel Layout Americano, che personalmente preferisco. I tasti funzione sono presenti e completamente funzionanti su Mac. Inoltre avremmo altri tasti oltre ai classici, come lo screen lock, pause, page up/down, home, end, ins, del…

Una funzione molto comoda e’ la presenza dei led di stato, che mostrano il caps lock, modalità macro/gaming. La sorpresa e’ che su Mac funzionano alla perfezione (ho provato tastiere per Windows a cui non funzionavano).

Unica nota, essendo una tastiera progettata in primis per Windows, al posto del tasto command abbiamo il simbolo di windows, ma nulla di grave.

Razer Synapse e Led

La magia con questa tastiera avviene una volta installato e configurato Razer Synapse. Per chi non sapesse cosa fosse Synapse, e’ il software che si occupa di controllare le periferiche, attraverso moltissimi parametri.

Su Mac Synapse e’ un po’ castrato e necessita di parecchie migliorie, ad esempio riscontro dei problemi con la modalità gaming, che a volte e’ impossibile disattivare e necessito di scollegare la tastiera per ricalibrare il tutto. Oltre a dei problemi facilmente risolvibili, non vi e’ il Chroma Configurator per questa TE (che dovrebbe supportarlo senza problemi) e le azioni da associare ai tasti sono pochissime rispetto alla controparte Windows.

Per fortuna nel software ci sono delle configurazioni di colori molto carine, che non mi fanno rimpiangere il Configurator.

Pero’ mi sento di dovere fare un plauso a Razer, perché e’ una delle poche aziende che hanno reso compatibili le proprie periferiche anche con il sistema operativo desktop di Apple.

I LED di questa tastiera sono qualcosa di fantastico, se lasciata in una stanza buia sembrerà di avere dei fuochi d’artificio in casa. Vi assicuro che la qualità del colore e della luminosità sono impressionanti (per fortuna che si possono spegnere allo spegnimento del monitor). Come di consueto questi LED riescono a riprodurre 16.8 milioni di colori, seguendo la gamma RGB.

Una cosa che ho adorato e’ la rifrazione della luce sulla scocca in alluminio, questo possibile grazie ai tasti molto alti.

Comfort

Riguardo al comfort non ho nulla da dire, scrivere anche per ore con questa tastiera e’ un piacere, per poi non parlare del suono dei tasti (che molta gente odia). Forse qualcosa che potrebbe dare fastidio e’ l’altezza dei tasti, che e’ veramente notevole (ma super stilosa).

Conclusioni

Per me questa tastiera e’ quasi perfetta, non ne ho provate molte, ma venendo da quella a membrana del Mac non tornerei indietro per nulla al mondo. I veri difetti di questa tastiera risiedono nel software, che necessita di moltissime migliorie come detto precedentemente, ma per fortuna non e’ nulla relativo all’hardware.

Prezzo

RAZER BLACKWIDOW X TOURNAMENT EDITION CHROMA e’ disponibile al prezzo di 159,99€ sul sito ufficiale, un costo non indifferente ma che e’ giustificato dalla altissima qualità del prodotto. Un appunto che voglio dire e’ che Razer ha un servizio clienti eccezionale, quindi se avrete problemi non preoccupatevi.

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: