Pulizie Spaziali

Pulizie Spaziali, nel 2025 la missione ClearSpace One

Sembra insolito, ma anche l’orbita terrestre ha bisogno di pulizie spaziali. Infatti nell’orbita terrestre sono presenti dei detriti spaziali; questa spazzatura cosmica consiste in satelliti non funzionanti, pezzi di stazioni spaziali, residui di missioni spaziali ed altro. Possono sembrare innocui, ma questi detriti possono causare il malfunzionamento dei satelliti attivi o la loro distruzione.

Per attuare queste straordinarie pulizie spaziali, l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) ha approvato un’ambiziosa missione denominata ClearSpace One.

ClearSpace One per le pulizie spaziali

ClearSpace One è un progetto molto interessante creato dalla start up svizzera ClearSpace. Questa sua prima missione consisterà nell’iniziare ad eliminare questa tipologia di rifiuti dallo spazio e dare il via anche al settore delle pulizie spaziali. Ecco alcune dichiarazioni del fondatore di ClearSpace, Luc Piguet:

“La questione dei detriti spaziali è più urgente che mai. Oggi abbiamo circa 2.000 satelliti attivi nello spazio ed oltre 3.000 non funzionanti. Nei prossimi anni il numero di satelliti crescerà con mega-costellazioni per le telecomunicazioni e migliaia di satelliti in orbita bassa. È evidente la necessità che un ‘carro attrezzi’ rimuova i satelliti non operativi da questa regione altamente trafficata”

La prima missione di ClearSpace per le pulizie spaziali

La missione iniziale di questo interessante progetto avverrà nel 2025. Nel frattempo anche altre agenzie spaziali (tra cui la NASA) stanno iniziando a pensare di dar vita a progetti analoghi a quelli di ClearSpace.

In ogni caso la missione ClearSpace One, come detto prima, inizierà nel 2025. La missione consisterà nel lanciare in orbira un robot con quattro braccia meccanizzate. Una volta lanciato, il robot rimuoverà un pezzo (del peso di 100 chili) del razzo Vega, lanciato nel 2013. Dopo che le braccia robotiche avranno “acchiappato” il pezzo del Vega, quest’ultimo sarà lasciato bruciare a contatto con l’atmosfera. Se tutto andrà bene (e lo sperano in molti) ci saranno future missioni simili per ripulire lo spazio.

Conclusioni

Per finire questo articolo dico che il progetto ClearSpace One è davvero utilissimo. Dar vita a vere e proprie pulizie spaziali è importantissimo, perché l’umanità non può inquinare e danneggiare anche lo spazio, con il pianeta Terra abbiamo già fatto danni atroci (partendo dai politici, forze militari, comuni cittadini ed altro; la colpa è un poco di tutti). Spero che la missione vada a buon fine (dobbiamo attendere comunque l’anno 2025) e che si possa iniziare a ripulire non solo lo spazio, ma il mondo intero.

 

Sito ufficiale della ClearSpace: https://clearspace.today/

Ti potrebbe interessare: https://technoblitz.it/40476-2/

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: