Call of Duty WWII

Call of Duty WWII: prime impressioni

Negli ultimi giorni ho avuto modo di provare Call of Duty WWII, l’ultimo capitolo della nota serie di videogiochi sparatutto in prima persona. Il titolo, al contrario dei suoi predecessori degli ultimi anni, abbandona l’ambientazione contemporanea o futuristica, per ritornare nel passato e, in particolare, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Call of Duty WWII

[adrotate banner=”7″]
Call of Duty WWII è stato sviluppato da Sledgehammer Games e pubblicato da Activision il 3 novembre 2017. Personalmente, avevo già avuto modo di provare questo titolo, in versione beta, alla Milan Games Week 2017, tenutasi a fine settembre a Milano. Un punto molto interessante di questo videogioco è sicuramente la campagna. Infatti, a differenza dei capitoli precedenti, come Infinite Warfare, la modalità giocatore singolo del nuovo COD, ambientata nelle ultime fasi della seconda guerra mondiale, è molto più ricca e più significativa. Essa è in grado di coinvolgere il giocatore sin dai primi minuti.

Accanto alla campagna non poteva mancare la modalità multi-giocatore. Nell’ambito della scelta delle modalità, Call of Duty WWII rimane, tuttavia, fedele alla tradizione. Una grande novità è invece rappresentata dall’introduzione di una base militare, dove il soldato può addestrarsi. Infine, anche in Call of Duty WWII viene proposta una modalità zombi, che suggerisce che, ormai, Activision abbia deciso di mantenerla in tutti i capitoli e non solo in quelli della serie Black Ops. Nel nuovo capitolo della serie, tale modalità prende il nome di Zombi Nazisti, suggerendo come gli antagonisti siano proprio dei soldati tedeschi trasformati in Zombi.

Sin dalle prime fasi di gioco, il nuovo Call of Duty WWII sembra portare finalmente qualcosa di alternativo alla serie di COD. Tuttavia, il comparto multi-giocatore rimane forse troppo simile a quello dei capitoli precedenti, sebbene siano presenti delle novità.

Queste erano le prime impressioni su Call of Duty WWII, dopo averlo provato per alcuni giorni. Per quanto riguarda la recensione completa, più dettagliata, continuate a seguirci, sfruttando anche i nostri canali social.

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: