alcatel shine lite recensione by TechnoBlitz

Alcatel Shine Lite: la nostra recensione completa

Dopo due settimane di prova, sono pronto a recensire questo Alcatel Shine Lite, un device entry-level ma con ottime potenzialità. Possiamo considerare questo device come un perfetto muletto per utenti come me, un po’ esigenti: ma allo stesso tempo, può essere una validissima alternativa per chi magari fosse in cerca di uno smartphone dall’ottimo rapporto qualità prezzo ma con un budget molto ristretto.

Confezione e contenuto

La confezione di questo Alcatel Shine Lite è compatta e in linea con il device stesso. Non esattamente elegante, riporta alcune features del dispositivo su tutti i lati. Ma bando alle ciance, all’interno troviamo un voluminoso manualetto di istruzioni, un caricatore a 5V e 1A (carica la batteria in circa 2 ore e mezza/tre ore), un cavo USB-MicroUSB, un paio di cuffiette di discreta fattura di stampo classico (non in-ear) e infine un’utilissima cover sottile in silicone, indispensabile per mantenere il dispositivo intatto durante l’utilizzo quotidiano. Inoltre si trova una spilletta per la rimozione del carrello della nanoSIM e della microSD.

Alcatel Shine Lite: la nostra recensione completa
La confezione dell’Alcatel Shine Lite,

[maa id=’1′]

Materiali, design e touch and feel

Questo Alcatel Shine Lite presenta una scocca posteriore in vetro, un frame laterale in alluminio e un display da 5 pollici con curvatura 2.5D. La scocca è molto scivolosa, fatto al quale si può ovviare installando la coverina in silicone presente in dotazione. Scivoloso ma non scivolosissimo: scelta azzeccata di Alcatel di fornire una scocca con fresature a 45° su entrambi i bordi, consentendo un grip decente. Sconsigliato l’utilizzo senza cover, visti i materiali utilizzati il telefono probabilmente si disintegrerebbe alla prima caduta.

Sul retro troviamo un sensore di impronte digitali che funziona perfettamente: dito riconosciuto 10 volte su 10. Unica pecca è la velocità di sblocco, non proprio fulminea, impiega circa un secondo e mezzo: in ogni caso, assolutamente nulla di fastidioso. Altro punto a favore di questo Shine Lite sono i tasti a scocca: andando contro corrente alla fastidiosa moda dei tasti a schermo, su questo device troviamo i tasti stampati sulla scocca, i quali dunque non rubano spazio al display. Questi ultimi sono retro illuminati anche su piuttosto flebilmente. L’audio è mono, posto inferiormente, di fianco al connettore microUSB. Di fianco alla capsula auricolare (di un fine metallo) troviamo un led di notifica ben visibile anche di giorno che però è solo bianco e non cambia colore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Display

Il display che troviamo su questo Alcatel Shine Lite è un 5.0 pollici, con tecnologia IPS. La risoluzione è HD (1280×720 pixels, 294 ppi), che pur essendo su uno schermo piuttosto contenuto come dimensione, se osservato molto da vicino consente di vedere i pixel. Nonostante questo, complessivamente la risoluzione è sufficientemente alta per permettere un utilizzo perfettamente soddisfacente del dispositivo. I colori sono nella media, non sono troppo accesi ma hanno tonalità piuttosto naturali.

Essendo un IPS, non ci possiamo aspettare dei colori sparati e molto saturi tipici di un display OLED: al contrario, per chi non amasse una saturazione eccessiva, il display di questo Shine Lite è l’ideale. Il sensore di luminosità funziona egregiamente, molto meglio della media: non ho mai avuto problemi di utilizzo del terminale sotto la luce diretta del sole. La pecca del display sono i colori non tarabili. Punto a favore invece è l’ottimo trattamento oleofobico: non si notano praticamente ditate sul display, anche usandolo con le dita molto unte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Processore e memoria

L’Alcatel Shine Lite da me provato possiede 16GB di memoria interna e 2GB di RAM. La memoria interna è espandibile fino a 256GB, fornendo dunque la possibilità di espandere di molto lo spazio a disposizione. Il processore è un classico Mediatek MT6737, quad-core clockato a 1.3Ghz. Il processore abbinato con i 2 GB di RAM consente un utilizzo ottimale del terminale. Non è una scheggia, ma considerata la fascia di prezzo consente un utilizzo quotidiano soddisfacente, senza riportare troppi lag o indecisioni nell’utilizzo anche delle applicazioni più pesanti. Per quanto riguarda il comparto gaming, la MaliT-720  riesce ad avviare Real Racing 3 con i dettagli impostati automaticamente al massimo. Si riesce a giocare tranquillamente, anche se con qualche calo di frame rate.

Batteria

Per quanto riguarda la batteria, questo Alcatel Shine Lite viene promosso a pieni voti. Troviamo a bordo una batteria da 2460mAh, un po’ piccola date le tendeze attuali. Ma grazie al processore quad-core, lo schermo IPS, compatto e HD sono riuscito ad arrivare alle 22 della mia giornata standard con 3 ore e mezza di display e 11 ore e passa di WiFi.

Software

Per quanto riguarda la versione Android, a bordo troviamo preinstallato Android 6.0 Marshmallow. Appena acceso, questo Alcatel Shine Lite mi ha notificato un aggiornamento che ho prontamente installato. La ROM è la classica che troviamo su tutti i Mediatek: l’aspetto è praticamente quello di Android stock, quindi niente di sorprendente. Qualche gradita personalizzazione di Alcatel, che migliora un po’ l’esperienza di utilizzo.

 

Telefono e Rete

Per quanto riguarda la connettività, questo Alcatel Shine Lite si comporta ottimamente. La ricezione 4G è ottima, sia in città che fuori. L’audio in capsula è chiaro e forte, e dall’altra parte il mio “orecchio fino” ha detto che mi sente meglio che con altri telefoni. Unica pecca, un po’ lentino ad agganciare il segnale 4G quando cambia di cella molto velocemente (come quando viaggio in treno).

[maa id=’1′]

Foto, Video e Audio

Per quanto riguarda il comparto fotografico, ho trovato qualche incongruenza. A causa di un mio errore non ho potuto inserire le foto nell’articolo, ma si vedono solo dal video (pensavo di averle caricate sul cloud prima di formattare il telefono e invece non ho caricato un bel niente…). Questo Alcatel Shine Lite dichiara una fotocamera da 13MP, ma la risoluzione non torna. Il formato del display per un sensore da 13MP è di 4:3, mentre su questo dispositivo troviamo una specie di 16:9, il quale occupa tutta la dimensione dello schermo. Probabilmente dietro cìè una manipolazione software che però fa perdere qualità all’immagine.

Nel complesso le foto vengono bene di giorno, anche se un po’ sgranate se si zooma. Di sera invece sono molto rumorose e poco definite. Il flash LED è luminoso ma non troppo. La camera anteriore è da 5MP e consente di scattare foto accettabili. I video sono in linea con le foto: discreti. Lo stabilizzatore ottico funziona abbastanza bene, ma con scarsa luminosità la qualità è bassa. Per quanto riguarda l’audio, l’altoparlante mono riproduce abbastanza bene la musica. Con il parlato invece (video e vivavoce), le voci risultano gracchianti e poco chiare col volume al massimo. Se questo viene tenuto circa a metà invece, sono perfettamente udibili.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Conclusioni

In conclusione, si può definire questo Shine Lite come uno smartphone alla portata di chiunque non abbia troppe pretese. Riesce a bilanciare batteria, display, fotocamera e prestazioni perfettamente intorno al suo prezzo. Per gli utenti più consapevoli e più esigenti consiglio questo telefono come ottimo muletto da tenere di scorta o da utilizzare nel caso si fosse senza il proprio telefono principale. Per chi cercasse un device bello, solido e compatto, mi sento di consigliarlo. Il sensore di impronte digitali e il corpo in metallo e vetro gli conferiscono quel feeling di smartphone “Premium” che per 150€ è impossibile da trovare sul mercato.

Ecco a voi la recensione video di Alcatel Shine Lite:

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: