Twitter presenta i Video a 360° ma senza Modifiche

Finalmente Twitter si aggiunge alla lista dei Social con Video a Tutto Tondo!
Social Networks come Facebook e Youtube, hanno già da tempo abbracciato il mondo dei Video a 360°.
Ormai è dal 2015 che queste “piattaforme” supportano tale tipologia di video.
Mentre, durante le finali di NBA a giugno, appunto, Facebook e Youtube sbarcavano in questo nuovo mondo, Twitter era ancora alle prese con alcuni esperimenti sui nuovi Footage.
Adesso, tramite applicazioni come Periscope, sarà possibile (non a tutti) effettuare Dirette e Video a 360. Che saranno visualizzabili nei feed di ciascuna persona.

Twitter annuncia alcune restrizioni…

Purtroppo, come in tutte le “nuove tecnologie”, vi sarà un periodo di prova.
Durante questo periodo, solo alcuni utenti selezionati avranno l’opportunità di provare ed usufruire delle dirette a 360°. Nonostante ciò, tutti quanti potranno invece, seguire e vedere le dirette in corso di un determinato utente. Ovviamente le dirette saranno seguibili tramite l’applicazione del social oppure tramite l’applicazione di Periscope. Sembra che le iscrizioni per fare parte di questo Team ristretto siano ancora aperte, dunque vi lascio QUI.
Le interfacce delle dirette sono ancora temporanee e molto probabilmente verranno cambiate, proprio come il sistema di direzione dello schermo.
Infatti manca ancora la possibilità di modificare le dirette aggiungendo filtri e molto altro.
Aspettiamo curiosi notizie ed aggiornamenti da Twitter! Iscrivetevi alla Newsletter e lasciate MiPiace alla nostra pagina Facebook per non perdere nessuna News!

via

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.