Nintendo Switch Android

Nintendo Switch: ROM Android in arrivo a breve

Presto potrebbe essere disponibile una ROM Android per Nintendo Switch. A dirlo sono gli stessi sviluppatori, tramite il forum di XDA. Il progetto sembra essere già a buon punto e sembra mancare solo il link al download.

Android per Nintendo Switch

La build Android per Nintendo Switch sarà basata su Android 8.1 Oreo. In particolare, la base di partenza è stata la LineageOS 15.1. Il processo di installazione sembra essere piuttosto accessibile a chiunque abbia un po’ di esperienza di rom customizzate. Interessante è anche la presenza di un software in grado di far sembrare il Nintendo Switch una NVIDIA Shield TV, per installare le applicazioni compatibili solo con tale dispositivo. Non manca anche la selezione di profili di prestazioni differenti, da 1 GHz a 1,7 GHz per la CPU.

Gli sviluppatori affermano che il Nintendo Switch con Android funziona sia in modalità portatile, sia nella docking station. I joycon sono collegabili tramite Bluetooth. Tra gli aspetti negativi di questa build troviamo la riduzione della durata della batteria, dato che non funziona il deep-sleep. Anche la rotazione automatica e lo spegnimento dello schermo nella docking station non funzionerebbero. Lo stato di carica non sarebbe inoltre riconosciuto, ma la console si ricaricherebbe ugualmente. Infine, la fruizione del sistema sembra essere, in generale, ancora un po’ acerba.

Gli aggiornamenti saranno rilasciati tramite comode cartelle zip flashabili. Stando alle tempistiche promesse dagli sviluppatori, il download potrebbe essere disponibile dal 29 luglio. La presenza di Android su un dispositivo come Nintendo Switch è interessante, perché permette di accedere a un numero incredibilmente maggiore di videogiochi.

Continua a seguirci per rimanere costantemente aggiornato/a sulle ultime novità dal mondo dei videogiochi e della tecnologia in generale. Utilizza anche i nostri canali social e iscriviti al nostro canale YouTube, per non perderti le nostre ultime video-recensioni.

Via

Autore dell'articolo: Stefano Pizzamiglio