buchi neri

NASA, piano per studiare i buchi neri con raggi X cosmici

I buchi neri hanno da sempre suscitato grande curiosità al popolo scientifico, soprattutto per quell’alone di mistero che li avvolge.

Per cercare di fare più chiarezza intorno a questo fenomeno, NASA ha selezionato una missione che punta a scoprire i dettagli più nascosti di questi estremi oggetti astronomici. Tra gli obbiettivi di studio primari figurano anche stelle di neutroni e pulsar.

Oggetti come i buchi neri possono portare i gas circostanti a temperature estreme (oltre un milione di gradi); le radiazioni ad alta energia emesse da questi gas (raggi X) possono essere polarizzate e NASA ha colto al volo questa opportunità.

buchi neri
Possibile polarizzare le radiazioni emesse dall’ambiente intorno ai buchi neri

Servendosi di telescopi dotati di camere in grado di misurare questa polarizzazione, gli scienziati potranno ottenere importanti informazioni sull’ambiente estremo che si crea attorno ai buchi neri.

 

IXPE, missione per lo studio di buchi neri

“Non possiamo sapere con certezza cosa avviene in vicinanza di buchi neri o stelle di neutroni, ma lo studio dei raggi X emessi dagli ambienti circostanti può aiutare a capire la fisica di questi luoghi enigmatici”, ha dichiarato Paul Hertz, direttore della Science Mission Directorate della NASA a Washington.

IXPE aprirà una nuova finestra che permetterà agli astronomi di scrutare l’universo più approfonditamente. Oggi possiamo solo fare supposizioni su cosa troveremo.”

 

Data e costo della missione

La missione, in programma per il 2020, costerà $188 milioni. Questi dati comprendono il lancio del veicolo, le operazioni post-lancio e l’analisi dei dati.

Martin Weisskopf , del Marshall Space Flight Center di Huntsville, Alabama, guiderà la missione.

Ball Aerospace, Colorado, sarà responsabile dello spacecraft, mentre l’italiana Space Agency produrrà i rivelatori di raggi X polarizzati.

L’Explorers Program della NASA ha, tra l’altro, già fornito in passato importanti scoperte, con missioni a basso costo.

buchi neri
NASA: Explorers Program

Tra le oltre 90 missioni lanciate dal programma, ricordiamo l’Explorer 1, che scoprì la fascia di radiazioni di Van Allen intorno alla Terra, oltre al Cosmic Background Explorer, che portò alla vincita di un premio Nobel.

Il Goddard Space Flight Center della NASA in Greenbelt, Maryland, coordinerà l’Explorers Program per Science Mission Directorate anche in questa, ambiziosa, missione.

 

 

VIA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: