I lavori del futuro, tra machine learning, dati e giochi online

Stando a quanto afferma il World Economic Forum sul tema del futuro del lavoro, la maggior parte dei bambini di oggi, per essere precisi il 65%, farà un lavoro che ad oggi neanche esiste. Una frase che fa impressione solo a dirla ma che è emblematica di come il mondo del lavoro sia in costante cambiamento.

Da un lato, dunque, alcuni lavori spariranno, privi di utilità e sostituiti dal processo tecnologico. Dall’altro, però, ne sorgeranno di nuovi. Si tratta soprattutto di incarichi, professioni e mansioni legate a competenze nuove, a nuove esigenze. È sempre il World Economic Forum a stilare una lista dei 10 ruoli che domineranno il mercato del lavoro del futuro e al primo posto non poteva che esserci il Data Analyst, ovvero l’analista e l’esperto di dati. Subito dopo vengono gli specialisti in Machine Learning e intelligenza virtuale, davanti a direttori generali e operativi, sviluppatori di applicazioni, professionisti di marketing, esperti di Big Data, specialisti di trasformazione digitale, esperti di ITC, ovvero delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

C’è un altro mestiere che viene menzionato nel report ma sarà di fondamentale importanza negli anni a venire. È quello del programmatore e sviluppatore di giochi interattivi come le slot online. Basta guardare al giro d’affari del gambling per capire che è proprio qui che verranno fuori i professionisti del futuro. Sì perché dietro al semplice gioco, dietro al divertimento, ai livelli, ai bonus, alle musichette quando si vince e a tutto ciò che può sembrare infantile e futile, c’è un universo. Un universo fatto di tecnologia, di matematica, di software. Di conoscenze, ad alto livello.

Dietro ad ogni slot e ad ogni videogame, infatti, ci sono almeno tre elementi fondamentali per lo sviluppo. Il primo è quello della grafica, che è uno degli aspetti principali del gioco e oggi viaggia a ritmi di Ultra Definizione e 4K. Il secondo è il Gameplay, ovvero la trama, le regole, i bonus, in una parola il senso del gioco. Infine c’è la componente sonora, quella che aiuta nel coinvolgimento, nella percezione del gioco. Va da sé dunque che dietro a ogni prodotto dell’industria del gaming ci sia dietro l’impegno e la formazione di programmatori, di designer, di matematici.

È qui, o per lo meno, è anche qui che si giocherà il futuro del mondo del lavoro. Si giocherà sul campo del gaming. E non potevamo trovare un verbo più azzeccato di questo.

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: