Cybersecurity, le cinque regole per evitare il phishing

Cybersecurity e phishing

Come ben si sa oggi molte nazioni per evitare di essere oggetto di veri e propri attacchi informatici, si sono dotati di veri e propri eserciti in grado di contrastare gli attacchi informatici in arrivo da varie parti. Secondo le più grandi società di sicurezza informatica però, oggi la maggior parte dei rischi e degli attacchi arrivano tramite phishing con malware talvolta letali. Il metodo utilizzato dai criminali informatici in genere è la classica mail truffa, che oggi è costruita in maniera perfetta da veri e propri professionisti, in grado di far cadere nel tranello anche i più esperti informatici, o i semplici utenti in genere attenti a determinate mail. Una ricerca di Sophocs ad esempio ci mette in guardia da determinati attacchi, spiegandoci che quotidianamente le aziende subiscono attacchi per oltre il 40% di esse. Numeri incredibili che ci fanno comprendere, quanto sia utile seguire le cinque regole che adesso andremo ad enunciare.

Le 5 regole per evitare il phishing

Il primo consiglio è quello di non cliccare mai a cuor leggero su nessun link, soprattutto quelli contenenti allegati in Pdf o ancor peggio compressi in file Zip. Questi servono in genere per aggirare l’efficacia dei vostri antivirus. Un altra cosa da fare è quella di controllare l’ortografia della scrittura; spesso infatti chi scrive non parla la nostra lingua e magari compie degli errori banali, state sempre attenti. Cercate sempre di verificare il mittente, magari tramite una conferma della mail tramite messaggio whatsapp. Utilizziamo antivirus non gratuiti, ma anche a pagamento che abbiano un’efficacia più consistente. I malintenzionati, riescono a “bucare” il nostro classico Defender come se nulla fosse. Infine, soprattutto per ciò che concerne le procedure di un qualsiasi tipo di pagamento, cercate di instaurare sempre  delle procedure di sicurezza, in grado di scoraggiare coloro che vogliono fregarci.

 

Autore dell'articolo: redazione

Avatar