batteria solida in vetro carica rapida inventore litio

Batteria solida, durata triplicata e carica velocissima: l’inventore del “litio” stupisce ancora.

La maggior parte delle persone spera che una volta raggiunta la 94, che sarebbe di per sé una benedizione, abbiano ancora le facoltà di parlare con i loro cari e di godere di un buon cruciverba. John Goodenough, l’inventore della batteria che probabilmente alimenta i tuoi dispositivi mobili in questo preciso momento, potrebbe aver rivoluzionato la tecnologia delle batterie. A 94 anni. Un grosso problema.

Goodenough è un ingegnere e professore all’Università del Texas che Quartz riporta “ha dominato il mondo delle batterie avanzate” per quasi 40 anni. In un numero del 2017 di Energy & Environmental Science, lui e il suo team hanno annunciato di aver creato una batteria a basso costo, a stato solido, in grado di immagazzinare almeno tre volte l’energia delle moderne batterie agli ioni di litio. Inoltre, può essere caricata completamente in pochi minuti e non è combustibile, risolvendo i problemi di incendio ed esplosione che possono affliggere le batterie di oggi (Samsung Galaxy Note 7).

Creata una batteria a basso costo, a stato solido, in grado di immagazzinare almeno tre volte l’energia delle moderne batterie agli ioni di litio.

In una normale batteria agli ioni di litio, il lato negativo della batteria, chiamato anodo, e il lato positivo, chiamato catodo, sono collegati da un elettrolita fatto di liquido. L’elettrolita è ciò che è responsabile del trasporto degli ioni da un lato all’altro della batteria e la creazione di elettricità. Al posto del liquido, la nuova batteria di Goodenough utilizza il vetro, che consente di ottenere diversi risultati. Uno, sostengono i ricercatori, consente di realizzare l’anodo da puro litio o metallo di sodio, che ha un’enorme quantità di energia potenziale e, nel caso del sodio, è incredibilmente economico. Due, può caricarsi più velocemente, poiché una batteria di elettrolita liquido che carica troppo velocemente può formare dendriti, o baffi metallici, che causano cortocircuiti e incendi. L’elettrolita di vetro continua a funzionare anche a temperature fino a -20 ° C. Tutto questo è una grande notizia per i veicoli elettrici, che sono attualmente limitati dalla breve durata della batteria e dalle basse temperature.

Gli scettici parlano

Sfortunatamente, questo nuovo sviluppo è così rivoluzionario che molti esperti sono dubbiosi sul fatto che sia anche fisicamente possibile. “Se qualcuno, tranne Goodenough, ha pubblicato questo,” ha detto a Quartz il professore di Princeton, Daniel Steingart, “Sarei, beh, è ​​difficile trovare una parola educata.” Jeff Dahn della Dalhousie University l’ha paragonato al sacro graal di ingegneria della fusione fredda. “Ecco un esperimento incredibile, potrebbe esserci una piccola possibilità che sia giusto.”

Il problema è che, poiché la batteria di Goodenough ha un litio o sodio metallico puro su entrambi i lati, non dovrebbe produrre reazioni elettrochimiche differenti e quindi non dovrebbe essere in grado di produrre energia. Il documento pubblicato non spiega da dove proviene l’energia, lasciando molti ingegneri a grattarsi la testa, e alcuni lo paragonano al concetto pseudoscientifico di una macchina da moto perpetua. Se l’invenzione di Goodenough dovesse funzionare, tuttavia, potrebbe rivoluzionare la tecnologia della batteria come la conosciamo.

Via

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: