ARCHOS Diamond Alpha: la recensione completa

ARCHOS Diamond Alpha: la recensione completa

ARCHOS ha recentemente rinnovato la sua offerta di smartphone, con il nuovo ARCHOS Diamond Alpha, prodotto in collaborazione con Nubia. Lo smartphone in questione è un top di gamma discreto, adatto per desidera coniugare comodità, prezzo medio e semplicità di utilizzo.

Unboxing e Design di ARCHOS Diamond Alpha

ARCHOS Diamond Alpha è il frutto di una collaborazione tra ARCHOS e Nubia, azienda forse più nota nell’ambito degli smartphone. Infatti, ARCHOS Diamond Alpha è basato sul Nubia Z17 Mini, con cui condivide molte cose. Il design è molto elegante e rappresenta un passo in avanti, rispetto a quello di ARCHOS 55 Diamond Selfie, che avevo provato qualche mese fa. Il metallo opaco e la doppia fotocamera posteriore, incorniciata da un frame in metallo rosso, sono sicuramente due finiture di qualità. Non manca il sensore delle impronte digitali, posizionato sul retro e molto accurato. Nella parte inferiore del frame trovano posto il connettore Type-C 2.0, il microfono e lo speaker. Lateralmente sono posizionati i tasti di accensione e del volume, mentre nella parte superiore non manca il jack audio da 3.5mm. Infine, sempre lateralmente troviamo il carrellino per due SIM o per una SIM e una Micro-SD.


La scatola contiene un caricabatteria senza ricarica rapida, e un cavo USB Type-C. Troviamo inoltre una spilletta per aprire il carrellino delle SIM. La scatola e il suo contenuto risultano essere piuttosto semplici.

Hardware di ARCHOS Diamond Alpha

ARCHOS Diamond Alpha presenta un hardware di fascia media. All’interno troviamo infatti uno Snapdragon 652 octa-core (4x Cortex-A72 @ 1,8 GHz e 4x Cortex-A53 @ 1,4 GHz). Ad affiancarlo troviamo una GPU Adreno 510, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibile, tramite Micro-SD, fino a 256 GB.

L’hardware consente di eseguire tutte le operazioni in modo molto fluido. Infatti, i 4 GB di RAM, non sempre presenti sui telefoni di questa fascia, danno sicuramente una marcia in più all’hardware di ARCHOS Diamond Alpha. Anche i giochi si caricano molto bene e non si riscontrano eccessivi surriscaldamenti.

ARCHOS Diamond Alpha presenta un display IPS da 5,2 pollici, in risoluzione Full-HD. Le scritte risultano essere molto nitide e i colori possono essere tarati in maniera molto accurata, tramite le impostazioni. Anche la luminosità risulta essere piuttosto buona.

Dal punto di vista della connettività non manca il supporto al Wi-Fi Dual-Band, al Bluetooth 4.2 e alle reti 4G LTE. Non è tuttavia presente il supporto al 4G Plus, uno standard ormai piuttosto diffuso. Niente in particolare da dire sull’audio, che risulta essere nella media e piuttosto potente, nonostante le piccole dimensioni dello speaker. La posizione evita che il suono venga attutito dalla superficie d’appoggio.

Fotocamera di ARCHOS Diamond Alpha

ARCHOS Diamond Alpha presenta una doppia fotocamera posteriore da 13 mpx per sensore e una anteriore da 16 mpx. La doppia fotocamera posteriore scatta foto nella media, senza entusiasmare troppo in condizioni di scarsa illuminazione dell’ambiente. La fotocamera frontale da 16 mpx, pur avendo una grande risoluzione, scatta delle foto un po’ sgranate, se l’illuminazione ambientale non è ottimale. La qualità massima di registrazione dei video è il 4K (dalla fotocamera posteriore), ma è assente la stabilizzazione ottica. Non manca infine la possibilità di sfruttare diverse modalità come l’HDR o il bokeh. Nel complesso, la fotocamera è forse uno dei punti deboli di questo ARCHOS Diamond Alpha, poiché non mi ha soddisfatto pienamente.

ARCHOS Diamond Alpha: la recensione completa

Software ARCHOS Diamond Alpha


Desiderando forse di rinnovare l’interfaccia grafica dei suoi smartphone, che in precedenza risultava anonima e con alcune icone presentanti un design datato, anche nell’ambito software ARCHOS si è affidata a Nubia, per la realizzazione del suo ARCHOS Diamond Alpha.

Infatti il dispositivo presenta Android 6.0 Marshmallow, come sistema operativo di lancio, personalizzato tramite la Nubia UI versione 4.0. Tra le peculiarità di questa interfaccia custom , c’è sicuramente la mancanza del menu delle applicazioni, che sono tutte disposte sulla home, in stile iOS. Le app preinstallate sono quelle base di Google e un paio di applicazioni di terze parti (News Republic e Kika Keyboard).

Tra le modalità particolari di questa interfaccia, troviamo un multitasking gestito piuttosto bene e un’interessante funzionalità riguardante le gestures sui bordi. Infatti, scorrendo le dita sui bordi, in diversi modi, si possono compiere diverse azioni, come la chiusura delle app in background. Non manca infine una modalità per creare app gemelle, come nel caso di Whatsapp o Facebook.

Batteria e autonomia di ARCHOS Diamond Alpha

ARCHOS Diamond Alpha presenta una modesta batteria da 2950 mAh, che offre un’autonomia piuttosto elevata, considerando anche la scarsa voracità energetica del processore. Purtroppo, la ricarica non è rapida e il caricabatteria offre una corrente in uscita a soli 5V e 1,5 A.

Prezzo di ARCHOS Diamond Alpha e conclusioni

ARCHOS Diamond Alpha, in Italia, non si trova facilmente, nemmeno online. Su Amazon UK è venduto a circa 330 sterline, che corrispondono indicativamente a circa 370 euro. Il prezzo risulta essere molto buono, per quello che il dispositivo offre. Probabilmente in futuro arriverà anche sul mercato italiano, anche se non possiamo affermarlo con certezza.

In generale, ARCHOS Diamond Alpha è un ottimo dispositivo di fascia media, che sorprende con un design molto curato ed elegante e con un hardware di tutto rispetto. Tuttavia ARCHOS dovrebbe migliorare il comparto fotografico, che non risulta essere particolarmente prestante. Infine, il dispositivo risulta essere praticamente uguale al Nubia Z17 Mini e ciò potrebbe penalizzarlo. ARCHOS dovrebbe quindi, in futuro, cercare di personalizzare un po’ di più i suoi dispositivi, anche se prodotti in collaborazione con altre aziende.

Autore dell'articolo: Stefano Pizzamiglio

Avatar
Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.