Pagelle 2016 di TechnoBlitz.it

Pagelle 2016 di TechnoBlitz.it, le nostre valutazioni

Il 2016 è stato un anno molto ricco di dispositivi; noi di TechnoBlitz.it abbiamo avuto modo di provarne diversi di varie aziende. Queste sono le nostre impressioni sui brand di cui abbiamo condotto delle prove prodotto. Ecco a voi le Pagelle 2016 di TechnoBlitz.

Pagelle 2016

Alcatel

Alcatel è stato un grande brand in passato, ma con l’avvento nel mercato ogni anno di nuove aziende nel settore difendersi non è mai facile, bisogna dire che è riuscita nel tempo a mantenere la sua grandezza con device molto validi come ad esempio l’Alcatel Go Play.  Davide Palmieri 8-

Alcatel ha provato a dare qualcosa in più ai suoi smartphone e tablet. Deve ancora lavorare sull’hardware, in alcune situazioni un po’ datato. Come ASUS, anche Alcatel ha rivoluzionato il design di molti suoi modelli di smartphone, introducendo il vetro e l’alluminio anche nei medio-gamma. All’evento di Alcatel di quest’autunno spiccava sicuramente Alcatel SHINE LITE, per design e prezzo. Anche con i tablet è stato fatto un grande lavoro. Alcatel PLUS 10” è un ottimo 2 in 1 che può sostituire benissimo un portatile di fascia medio-bassa, per navigare e usare office.                           Stefano Pizzamiglio- voto: 7.5

Se risulta difficile farsi largo nel panorama dei grandi produttori (Samsung, Apple, Huawei, ecc), per Alcatel è una vera sfida. Un azienda che tenta di ritagliarsi la sua nicchia di mercato, con evidenti difficoltà, ma con alcuni buoni dispositivi. Da escludere Pop 4 Plus che purtroppo ho giudicato al limite dell’usabilità. Enrico Perini, voto 7

ALLINmobile

ALLINMOBILE nel secondo semestre del 2016 ha potenziato la line-up dei prodotti a seconda dell’esigenze dell’utente. In molti criticano i dispositivi della casa abruzzese per il semplice fatto di affidarsi a ODM cinesi per la produzione riservandosi solo la progettazione del sistema di base Android. La Rom di base android AOSP, fa felice gli smanettoni per il fatto di personalizzare il sistema con i moduli xposed. A mio avviso gli smartphone della casa abruzzese sono adatti al Daily user, ma anche agli utenti avanzati. A mio avviso ALLINmobile dovrebbe provare ad affiancare smartphone con SoC mediatek con qualche dispositivo con SoC medio-gamma Qualcomm che renderebbe il marchio della casa abruzzese più attraente e piú virtuoso. Visto che il reparto tecnico è molto virtuoso e attento nel correggere i problemi dei dispositivi che purtroppo affliggono i Mediatek: qualità del microfono in chiamata, e rendering mediocre delle immagini scattate. Un buon proposito che dovrebbe fare la start-up abruzzese è quello di aggiungere alla line-up uno smartphone con SoC Qualcomm e diversificare i prodotti come Xiaomi insegna. Cesare Di Simone 8

Apple

Per Apple è stato un ottimo 2016 con la messa in commercio dell’iPhone 7 e dell’iPad Pro, non c’è niente da criticare nemmeno sull’ottimo IOS 10. Unica pecca? Prezzi ancora troppo alti considerando l’OS troppo chiuso. Davide Palmieri 8

ASUS

Quest’anno ASUS ha sfornato degli ottimi dispositivi, gli ZenFone 3, che ho potuto provare all’evento ASUS Zenvolution di settembre. In particolare, con Marshmallow, ha snellito molto la sua Zen UI, eliminando molte applicazioni preinstallate, che rallentavano gli smartphone e i tablet meno potenti. Ha anche rivoluzionato il design, abbandonando i materiali economici degli Zenfone 2, a favore di materiali più pregiati. Nel settore gaming e PC ha presentato dei prodotti molto potenti, sia desktop, che laptop, che si potevano provare nello stand ASUS della Milan Games Week. -Stefano Pizzamiglio- voto: 8

La Famiglia Zenfone 3 era attesissima da tutti gli affezionati del marchio. La versione DELUXE si è fatta attendere molto, forse troppo, lasciando gli utenti in attesa per molte settimane, per un terminale che sulla carta ha delle specifiche davvero premium. Ma forse la troppa attesa è stata controproducente. La versione ULTRA si inserisce nel contesto phablet, ma sarebbe più giusto definirla TABLET, viste le enormi dimensioni. Lo Zenfone 3 Max, da me provato, resta un prodotto valido, con un buon rapporto qualità-prezzo, ma perde la caratteristica che aveva fatto distinguere il suo predecessore, l’enorme durata della batteria – Luigi Marra voto: 7

Non si può negare che Asus abbia prodotto ottimi terminali ma manca quel qualcosa in più per fare il salto di qualità.  Da possessore di Zenfone spero vivamente in un 2017 più convincente – Matteo Incani – voto: 6

Aukey

Aukey senza ombra di dubbio è la migliore azienda nel suo settore, migliora ogni mese sempre di più con prodotti a dir poco eccellenti. Davide Palmieri 9+

Aukey è sicuramente l’azienda più conosciuta per powerbank, cuffie e molti altri prodotti all’insegna di un buon rapporto qualità-prezzo. Offre una vastissima gamma di prodotti per tutti i gusti. Nascosti alla prima occhiata, cercando bene su Amazon, si possono trovare anche Action Cam, termometri a infrarossi e molti altri prodotti particolari. -Stefano Pizzamiglio- voto: 8

Il mercato dei gadget tecnologici è costantemente in espansione e Amazon è il bazar  più fornito del web. Aukey si è dimostrata attenta alle esigenze dei clienti e aggiunge costantemente nuovi prodotti revisionando le versioni che poco hanno convinto i suoi fedelissimi – Matteo Incani- voto 7.5

Forse la casa, tra quelle che producono accessori e gadget, che più si è distinta e evoluta in questo 2016. Qualità che va sempre aumentando, quantità di prodotti sempre in aggiornamento. Insomma chiunque abbia bisogno di un accessorio, lo troverà sicuramente nel listino della casa – Luigi Marra voto: 8

Aukey non si smentisce mai. Ottimi prodotti (quasi sempre) al giusto prezzo. Aggiungiamo la garanzia di Amazon ed ecco completato il capolavoro; tutti gli accessori che cercate sono a vostra portata di mano.  -Enrico Perini, voto 9

Moltissimi prodotti di Alta-Medio qualità a prezzi più che giusti rispetto alla qualità e alla funzionalità dei prodotti stessi.
Non ci sono mai stati problemi con qualche prodotto e in caso di danneggiamenti o malfunzionamento, il servizio clienti è molto efficiente ed organizzato.
Dunque come sempre, Aukey rispecchia il volto di Brand serio, di qualità e semplice. -Niccolò Maglio, voto: 9

Choetech

Ho scoperto da poco questa azienda che produce vari modelli di caricabatteria e vari supporti. Io ho provato il supporto per bicicletta, che è ormai un compagno di viaggio, per le mie uscite in bici. Come Aukey, anche Choetech è presente su Amazon con un modesto catalogo di prodotti. -Stefano Pizzamiglio- voto: 7.5

Electronic Arts

Electronic Arts ha lanciato vari videogiochi molto interessanti nel corso del 2016. In primis FIFA 17, il gioco di calcio per eccellenza, rinnovato vistosamente dal punto di vista grafico, ma criticato per il misterioso Momentum. Battlefield 1 ha invece lasciato il segno nel panorama videoludico mondiale. Ambientato nella Prima Guerra Mondiale, Battlefield 1 offre un gameplay molto coinvolgente, sia online, che offline. -Stefano Pizzamiglio- voto: 9

Fitbit

Nel 2016 abbiamo testa il Blaze e il Fitbit Alta, ottimi fitness watch ma secondo me Fitbit deve ancora ottimizzarli in alcune cose. Palmieri 8-

Fritz!Box

FritzBox senza ombra di dubbio rimane una tra le aziende leader nel suo settore, i modem e router che abbiamo testato sono stati più che ottimi e sempre all’altezza. La ringraziamo per averci invitato sempre agli eventi. Davide Palmieri 9

Honor

Honor è sicuramente, insieme alla sua casa madre Huawei, uno dei brand, che mi hanno colpito maggiormente in questo 2016. Honor ha fatto un ottimo lavoro in tutti i suoi dispositivi, a partire dalla fascia media, con Honor 5X, fino alla fascia alta, con lo strabiliante Honor 8, che è uno dei best-buy di fine 2016/inizio 2017. La scelta dei materiali e l’ottimizzazione del software hanno contribuito molto alla riuscita di Honor 8. Purtroppo è ancora poco conosciuto, dato che molti consumatori conoscono solo Apple, Samsung e Huawei. -Stefano Pizzamiglio- voto: 9.5

Lenovo

Lenovo dopo l’acquisizione di Motorola è riuscita a migliorarsi sempre di più fino a raggiungere la stessa affidabilità e qualità dei suoi maggiori competitors con ad esempio prodotti che ho recensito del calibro del Moto G4, Moto G4 Plus e il fantastico Lenovo Yoga Tab 3 Pro. Davide Palmieri 9+

Nel 2016 Lenovo ha fatto un ottimo lavoro con la sua linea di Moto Z, che ho potuto provare alla presentazione italiana a Milano, alla fine di settembre. Mi sono sembrati ottimi smartphone, da tutti i punti di vista. Anche nel campo tablet e PC Lenovo offre dei prodotti di qualità e anche alcuni molto particolari, come YOGA Book 10, il tablet con tavoletta grafica, che diventa una tastiera. -Stefano Pizzamiglio- voto: 8.5

Lenovo anche quest’anno si è dimostrata capace di produrre dispositivi per una vastissima fetta di mercato, dai prodotti professionali fino a quelli entry level. Rimaniamo fiduciosi su quello che l’azienda potrà sviluppare nel 2017, specialmente per la nuova gamma Moto. – Matteo Incani- voto 8

LG

Il 2016 è stato un anno strano per LG. Partita con il botto, con la presentazione del G5 che aveva un pò colpito il mondo degli smartphone, con l’implementazione dei moduli che potevano essere veramente un fiore all’occhiello. Ma la scarsa durata della batteria, il mancato aggiornamento e sviluppo dei moduli stessi, hanno troncato sul nascere quella che poteva essere un’idea rivoluzionaria. Il mancato arrivo del V20 in Italia poi, dopo il successo ottenuto dal V10, è stato visto un pò come un tradimento da parte degli utenti.

In tutto questo contesto si inserisce LG X Power, da me testato personalmente, che si è rivelato essere un prodotto davvero OTTIMO. Sempre fluido e reattivo, nonostante il processore Mediatek che mi aveva fatto un pò storcere il naso guardando la scheda tecnica, compatto, maneggevole e, plus non da poco, una batteria pazzesca: riuscirete a fare facilmente tre giorni di utilizzo medio-intenso. – Luigi Marra voto: 6,5

Lumsing

Lumsing, nonostante la spietata e sempre aggiornata concorrenza in quel settore, è comunque riuscita a sfornare prodotti di ogni genere, a momenti di alta qualità ma sopratutto dalla parte social a far felice un sacco di clienti e non solo. Davide Palmieri 7,5

Un brand recente che riesce a trovare il suo collocamento in mezzo a decine di altri produttori più affermati. Il suo punto di forza sono i materiali premium e anche quest’anno è riuscita a mantenere la sua posizione nel mercato. – Matteo Incani: 8-

Manfrotto

Marchio conosciutissimo da chiunque si interessi di fotografia. I prodotti dell’azienda sono indispensabili per chiunque cerchi la massima precisione e stabilità per realizzare i propri scatti o i propri video. Attualmente abbiamo un Befree Live, un nuovo treppiede con testa fluida che, oltre ad essere qualitativamente ottimo, si sta dimostrando davvero un ottimo prodotto da tutti i punti di vista. Luigi Marra voto: 8

MSI

Un’azienda storica del settore informatico che non si smentisce. La qualità rimane alta, i prodotto apprezzati dalla quasi totalità degli utenti ed i prezzi consoni. Il mercato notebook rimane in crisi, quello desktop meno, ma per il momento MSI non sembra esserne stata colpita. Promossa ed aspettiamo il 2017 sperando in molte novità. -Enrico Perini, voto: 8

Nvidia

Per Nvidia è stato anche un ottimo anno, noi abbiamo testato con molto piacere e onore la GTX 1060 e ci ha sorpreso! Ovviamente ringraziamo anche Nvidia per averci sempre considerato agli eventi. Davide Palmieri 8+

Panasonic

Abbiamo in prova una Lumix Gx80, macchina che ci sta stupendo per qualità fotografica e facilità d’uso. Rimandiamo il voto alla casa però alla pubblicazione della recensione stessa.

Raspberry

Su Raspberry c’è ben poco da dire, con il suo Pi 3 mi ha fatto molto divertire quest’anno, semplicemente ottimo. 9-

Samsung

Nonostante il flop di Samsung Galaxy Note 7, un dispositivo che sarebbe potuto essere il migliore del 2016, ma che ha avuto una vita molto breve, a causa dei problemi alla batteria, Samsung ha continuato a spingere i suoi Galaxy S7 e S7 Edge, che sono probabilmente due tra i migliori smartphone del 2016. Anche nel settore dell’intrattenimento Samsung ha investito molto, come abbiamo potuto vedere all’evento di dicembre, con la presentazione del nuovo sistema Dolby Atmos marchiato Samsung. -Stefano Pizzamiglio- voto: 8.5

Forse il miglior smartphone del 2016 (S7 edge), un ecosistema in continua evoluzione e prodotti sempre più all’avanguardia. Samsung continua la sua rincorsa, non solo verso il mercato mobile,  ma anche sulla casa del futuro. Al Samsung District abbiamo avuto il piacere di dare uno sguardo al futuro in arrivo, con tanti gadget ed un sistema interconnesso; il futuro è alle porte. -Enrico Perini, voto 9

Sony

L’anno di Sony è molto difficile da definire. La nuova serie X è davvero realizzata e prodotta bene. Si nota subito l’elevata qualità dei materiali e l’attenzione ai dettagli. Resta il grosso problema dei prezzi, sempre molto alti al momento del lancio, che ne frenano le vendite. A nostro avviso una piccola attenzione al prezzo potrebbe dare lo spunto necessario per far decollare che dei prodotti che, qualitativamente, hanno poco da invidiare ai top di gamma.

Sony Xperia E5 è stata una mezza delusione. Scheda tecnica praticamente uguale a Lg X Power ma comportamento nel tutto diverso. Molti gli impuntamenti e tanti Lag in un telefono che comunque resta usabile nell’uso quotidiano. Se avesse avuto almeno la durata della batteria del “cugino”, sarebbe stato un buon prodotto. X Performance, che in prova al momento, resta un prodotto Top: qualità costruttiva elevata, fotocamera da 23 Mpx che regala degli ottimi scatti e certificazione IP68 che, su un terminale del genere, resta sempre un plus. Con l’aggiornamento a Nougat, arrivato nelle ultime settimane, è ulteriormente migliorato. – Luigi Marra voto: 7.5

TaoTronics

Altra azienda che ci ha sorpreso in positivo. Accessori per smartphone costruiti molto bene, non danno la sensazione di essere prodotti economici, pur non essendo molto costosi.

Una nota a parte meritano le casse wireless e bluetooth, costruite davvero bene e molto ma molto potenti. Insomma una casa che merita un ottimo voto in questo 2016. – Luigi Marra voto: 7,5

Ubisoft

La software house francese ha sfornato dei titoli molto belli nel corso del 2016, affermandosi come una delle migliori. In particolare ho avuto modo di provare Tom Clancy’s The Division, che è forse uno dei titoli migliori dell’anno, Steep, un videogioco alternativo, che propone gli sport invernali più estremi in una modalità molto interessante, e Watch Dogs 2, che riprende il tema dell’hacking, introducendo molte migliorie rispetto al primo capitolo della saga. In tutti questi titoli l’aspetto della qualità grafica è decisamente ottimo. -Stefano Pizzamiglio- voto: 9

Xiaomi

Xiaomi, passo dopo passo, guadagna sempre più terreno nelle vendite di smartphone.  L’arrivo di alcuni suoi dispositivi nei negozi fisici, quali mediaword, lascia presagire ad un futuro roseo ed ad un’agognata espansione delle vendite ufficiali al di fuori della Cina. Abbiamo avuto il piacere di testare Mi5 Ceramic Edition ed anche la Standard 3/32. Smartphone che si sono dimostrati impeccabili, con qualche piccola incertezza sul comparto multimediale, ma dal rapporto qualità/prezzo tutt’oggi imbattuto. Rimane sempre il desiderio di vederli importati ufficialmente sul nostro territorio; desiderio che forse il 2017 potrà esaudire. Promossa!  9-

Ritengo che Mi5 sia il best buy dei cinesoni per il 2016. Disponibile a poco più di 200€, coniuga design ed un hardware attuale in uno smartphone leggero e bello da vedere. Xiaomi non ha brillato per l’enorme quantità di modelli lanciati, ma rimane imbattibile per i suoi prezzi. Mi Mix ha lasciato un assaggio del futuro boardless, la serie Redmi domina (quasi) incontrastata la fascia bassa del mercato. E nel mezzo? Ormai la concorrenza non è poca, e senza un’assistenza ufficiale viene difficile affidarsi ad alcuni store dopo aver speso una cifra importante. Speriamo in un espansione ufficiale! -Enrico Perini, voto: 8,5

Wiko

Quest’anno ci è stato fornito uno Smartphone, Wiko Ufeel.
A poco verrà pubblicata una recensione su questo prodotto.
In generale, il Brand “Wiko” non ha mai promesso grandi Smartphone, purtroppo questo prodotto non cambia le cose.
Infatti come leggerete a Breve nella recensione, Il dispositivo presenta numerosi problemi.
Durante l’anno Wiko non si è fatta sentire moltissimo, ma comunque l’uscita di Ufeel Prime ha scosso leggermente gli amanti del Brand. Rimane sempre un marchio per chi ha poche pretese.

-Niccolò Maglio, voto: 6.5

 Conclusione

In conclusione di queste Pagelle 2016, possiamo dire che l’anno appena trascorso è stato molto ricco di novità e di ottimi prodotti. Certo è capitato anche qualche scivolone, o qualche prodotto sbagliato (Note 7 su tutti), ma la valutazione complessiva è positiva. Speriamo in un 2017 ancora più ricco di prodotti tecnologici e di innovazioni.

Autore dell'articolo: Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.