conferenza

NASA, prevista una conferenza sugli oceani extraterrestri il 13 aprile

In un periodo in cui la ricerca di forme di vita extraterrestri ricopre un ruolo fondamentale nel panorama scientifico, NASA si prepara a discutere le ultimissime scoperte in una conferenza. Giovedì 13 aprile si svolgerà, nell’Auditorium James Webb presso il quartier generale della NASA, una conferenza riguardante i mondi oceanici del nostro Sistema solare.

I risultati ottenuti dalla sonda Cassini e dal Telescopio Spaziale Hubble, in quest’ultimo periodo, verranno discussi da diversi esperti, provenienti da ogni parte del paese.

 [wp_bannerize group=”banner nicholas 1″]

Il briefing verrà trasmesso in live streaming su NASA Television, oltre che sul sito dell’agenzia.

 

Un importante passo verso future esplorazioni del Sistema solare

 [wp_bannerize group=”banner nicholas 2″]

Grazie in particolare alle ultime scoperte della sonda Cassini, è stato possibile riscontrare la presenza di acqua su svariate lune di Saturno. Anche se per la maggior parte dei casi questa compare allo stato solido, si tratta comunque di un grandissimo punto di partenza.

conferenza
La missione Cassini è stata una grande fonte d’informazioni, per quanto riguarda la scoperta di acqua su altri mondi del Sistema solare.

Durante la conferenza del 13 aprile, NASA farà ordine tra le ultime scoperte, cercando di creare una base per le future missioni. Tra queste, la più vicina alla realizzazione sembra essere Europa Clipper, missione che, si presume, verrà lanciata nel 2020.

Come si svolgerà la conferenza?

Come NASA ci ha abituato in passato, la conferenza vedrà un’interazione tra esperti e pubblico da casa. Tramite il tag #AskNASA, infatti, sarà possibile porre domande durante un momento dedicato nel briefing.

Tra i partecipanti troviamo:

Thomas Zurbuchen: amministratore del Science Mission Directorate della NASA;

Jim Green: direttore della Planetary Science Divison di NASA;

Mary Voytek: astrobiologa presso il quartier generale di NASA.

Oltre a questi membri della NASA, saranno presenti William Sparks (astronomo presso il Telescope Science Institute, Baltimore) e tre membri della missione Cassini: Linda Spilker, Hunter Waite e Chris Glein.

 

 

Fonte: Nasa.gov

Autore dell'articolo: redazione