Pixel 3 XL

Google, ecco i nuovi smartwatch

Google entra nel mondo degli smartwatch Google si affaccia nel mondo degli smartwatch, questa pare sia l’ultima novità. Ma come è riuscita a fare una cosa del genere?. Vediamo insieme di cosa si tratta. Google inizia la propria cavalcata per gli smartwatch, coinvolgendo la casa di orologi della Fossil. Il gruppo americano dell’orologeria ha annunciato un piano interessante, volto […]

LG

LG non rilascerà più uno smartphone all’anno

Oramai la tendenza di tutti i produttori di smartphone, dai più piccoli a brand più blasonati, è quella di rilasciare nuove versioni, migliorate dei propri smartphone ogni anno. L’annuncio di LG al CES 2018 Tra coloro che hanno seguito questa tendenza vi è LG, uno dei maggiori brand a livello mondiale. Proprio la multinazionale coreana, […]

Samsung potrebbe rimettere in commercio i Galaxy Note 7 ricondizionati! (con una nuova batteria)

Mentre un futuro Galaxy Note 8 sembra in fase di produzione e dovrebbe essere rilasciato nella seconda metà di quest’anno, Samsung non sembra arrendersi con il Galaxy Note 7. Come sappiamo, tutti i Note 7 dell’anno scorso furono richiamati da Samsung stessa per gravi problemi alla batteria.

I vecchi Galaxy Note furono largamente criticati per la loro effettiva pericolosità. A molti utenti sono letteralmente esplosi mentre erano in carica o addirittura in mano. Il danno di immagine per Samsung fu ed è tuttora immenso. Di conseguenza, per riparare al danno causato, la compagnia sta cercando in tutti i modi di investire per rivoluzionare il mercato degli smartphone di quest’anno, e ovviamente di evitare il ripetersi di tali disastri. Leggi di più a proposito di Samsung potrebbe rimettere in commercio i Galaxy Note 7 ricondizionati! (con una nuova batteria)

NES Classic Mini disponibile per L’acquisto a Natale

Nel caso in cui vi siate persi l’ottimo acquisto del NES Classic Mini, non siete i soli,  Data la velocità con la quale è stato esaurito, moltissimi appassionati non hanno avuto l’opportunità di provarlo. Ma il NES Classic Mini, sarà disponibile per l’acquisto da diversi Urban Outfitters nel periodo natalizio, in tutto il mondo sarà […]

Facebook Marketplace partenza infelice

Partenza falsa per Facebook Marketplace

La vendita di oggetti tra privati sul web è sempre stata un’attività molto sviluppata. Sono tantissimi i siti che infatti offrono tale opportunità. Anche se non è nato per questo scopo Facebook, grazie alla sua capillare diffusione, è stato spesso utilizzato come “vetrina”, per mettere in mostra i prodotti che si cercava di vendere e per stabilire un contatto con i possibili compratori.

A detta dell’azienda stessa sono 450 milioni gli utenti che mensilmente vendono o scambiano oggetti sul sito.

Ora il social network più famoso del mondo ha inaugurato una sezione apposita, proprio per accontentare tutti coloro che vorranno sfruttare il sito per vendere i propri prodotti. Si chiama appunto FACEBOOK MARKETPLACE ed è studiata appositamente per generare una home page con i prodotti in vendita che cambiano in base ai gusti dell’utente, prendendo spunto dai gruppi a cui si è iscritti o ad eventuali acquisti precedenti.

Quello che però non si aspettavano i creatori del servizio era che, a meno di una settimana dal lancio ufficiale, la società di Mark Zuckerberg fosse costretta a rilasciare pubbliche scuse.

IL FATTACCIO

E’ successo infatti che, a causa di un problema tecnico, il sistema di revisione dei post non ha potuto identificare quelli che violavano le politiche commerciali e gli standard stabiliti dalla società stessa.

In vendita quindi sono finiti anche beni e servizi vietati: armi, droghe illegali e prestazioni sessuali erano finite liberamente in vendita sul social network!!

Le Scuse

Una volta accertata la grave violazione Mary Ku, direttrice della gestione del marketplace, non ha potuto far altro che rilasciare una dichiarazione di scuse:

“Stiamo lavorando per risolvere il problema e controlleremo da vicino i nostri sistemi per avere la certezza che stiamo individuando e rimuovendo correttamente le violazioni, prima di dare a un numero maggiore di persone l’accesso a facebook marketplace, ci scusiamo per questo problema”.

Leggi di più a proposito di Facebook Marketplace partenza infelice