White Ambiance Starter Kit

Philips Hue White Ambiance Starter Kit

Nel mondo di oggi sempre più spazio e importanza stanno prendendo le soluzioni legate alla “domotica”, ovvero tutte quelle tecnologie che ci consentono di migliorare la vivibilità nelle nostre abitazioni. In questa recensione parliamo di un prodotto fa parte di queste soluzioni: non si tratta di un vero e proprio sistema automatico ma di una soluzione davvero molto interessante. Stiamo parlando del White Ambiance Starter Kit della linea Philips Hue. Andiamo a scoprirlo insieme.

Philips Hue White Ambiance Starter Kit

Il White Ambiance Starter Kit di Philips è un sistema composto da 2 lampadine, uno switch e un bridge, e ci consente di controllare ogni particolare dell’illuminazione casalinga.

La confezione, davvero molto curata e particolare, è molto elegante. In colorazione nera riporta sulla parte frontale i loghi e la foto di una delle lampade presenti all’interno. La confezione stessa, che si apre a mo di scrigno, contiene al suo interno:

  • 2 Lampadine da 806 lm
  • Bridge
  • Switch
  • Cavo Ethernet

White Ambiance Starter Kit

Andiamo a vedere nel dettaglio tutti i dispositivi contenuti all’interno.

Lampade

Le due lampade contenute nella confezione, oltre ad essere molto belle e costruite davvero molto bene (e lo si nota anche dal peso della lampada stessa) sono anche molto potenti. Hanno attacco di tipo E27 e sono garantite per 25000 ore di durata e 50000 accensioni e spegnimenti.

White Ambiance Starter Kit

La potenza di 806 lumen equivale a quella di una lampada led da 9,5W o, parlando di lampade alogene, di 60w.

Bridge

Il bridge è il cuore del sistema. E’ un quadrato in plastica che può essere anche fissato a parete, grazie agli appositi incavi posti sul retro. Sulla parte superiore troviamo i led che si illuminano una volta alimentato e, sulla parte laterale, troviamo il connettore di alimentazione e quello di rete.

Una volta connesso alla rete lan domestica il bridge si accende e ci consente, una volta connesso con il nostro Smartphone cliccando il tasto superiore, di controllare l’illuminazione delle lampade.

Switch

E’ un “telecomando” ma, chiamarlo così,  potrebbe essere davvero troppo riduttivo. Si tratta a tutti gli effetti di un telecomando con una base calamitata. Sulla parte utilizzabile, che può staccarsi dalla base stessa, troviamo 4 tasti: Accensione – Spegnimento – Luce + e Luce -.

Chiaramente ci consente di utilizzare il sistema, accendendolo e spegnendolo piuttosto che aumentando o diminuendo la potenza, senza dover per forza utilizzare lo smartphone e l’app apposita.

Come Funziona

Una volta installato il tutto (ci vorranno al massimo 5 minuti) siamo pronti ad utilizzare il sistema. Ed è tutto semplicissimo: basta avviare l’applicazione sullo smartphone e cliccare il tasto sul bridge. Il sistema si interfaccerà e saremo pronti.

Basterà quindi attendere che il sistema trovi le lampadine installate, a cui potremmo anche dare un nome per identificarle nelle varie stanze e, con l’app o con il telecomando, potremmo:

  • Accendere e Spegnere le luci
  • Cambiare Intensità della luce stessa
  • Utilizzare uno degli scenari preimpostati

Questa ultima opzione è davvero molto interessante: abbiamo una decina di scenari già impostati che ci consentono, cliccando sull’immagine scelta, di variare il tipo di illuminazione per la stanza in questione. Potremmo passare da una luce calda e rilassante, ad una fredda e molto potente. Ci sono scenari per la Concentrazione, quello per la luce notturna etc etc. Insomma potremmo trovare davvero la nostra luce ideale.

Automatismi

Ma il sistema Philips Hue White Ambiance Starter Kit non si limita solo a questo. Ovviamente, trattandosi di un sistema che può permetterci di automatizzare l’illuminazione, potremmo anche collegarlo al gps del nostro telefono.

In questo modo possiamo impostare le luci di casa che si spengano quando usciamo oppure che si accendano, quando lo smartphone rientra ad una certa distanza dalla casa stessa o quando entra nel campo della rete a cui è collegato il bridge.

Conclusioni

Insomma, pur non trattandosi di un sistema di domotica a tutti gli effetti, siamo di fronte ad un sistema semplice, e a buon mercato, che ci consente di automatizzare l’illuminazione della nostra casa e di controllarne tutti gli aspetti.

Link per l’Acquisto

 

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: