Virgin Galactic spazio

Viaggi nello spazio, entro il 2020 partiranno dall’Italia

Entro il 2020 saranno disponibili sul territorio italiano vari aeroporti da cui partire per lo spazio, con i velivoli della Virgin Galactic. Infatti il magnate Richard Branson, proprietario della compagnia di voli spaziali, ha stretto un accordo con la società italiana Altec (Aerospace Logistics Technology Engineering Company). L’obiettivo comune è la ricerca e la costruzione di spazioporti sul territorio italiano. Da qui partiranno i voli della SpaceShipTwo, con la quale sei turisti potranno viaggiare nello spazio.

I viaggi nello spazio con la Virgin Galactic

Il sito verrà scelto tra gli aeroporti militari italiani. Non sarà necessario un sistema di lancio simile a quello degli Shuttle, ma basterà una pista abbastanza lunga. Inizialmente il White Knight porterà la SpaceShipTwo a 16 chilometri di altezza, dove il velivolo si sgancerà e procederà oltre i 100 chilometri di altezza, entrando quindi nello spazio. Tuttavia non avrà la potenza necessaria per entrare in orbita, ma lentamente tornerà sulla Terra e atterrerà planando. Il sito scelto da Altec e Virgin Galactic dovrà avere quindi delle caratteristiche metereologiche precise. Altec e Virgin faranno affidamento anche sugli enti locali, per costruire le infrastrutture necessarie.
[maa id=”1″]

In Italia manca ancora una regolamentazione sui voli suborbitali e si spera che, con l’aiuto della FAA Americana, si arrivi a una norma efficace. I siti favoriti sarebbero in provincia di Cagliari (Aeroporto di Decimonannu) e in provincia di Taranto (Aeroporto di Grottaglie).

L’accordo non finisce qui, infatti, nel giro di qualche anno, la SpaceShipTwo potrebbe essere costruita interamente in Italia. Questo risulterebbe molto favorevole alla nostra economia.

I voli della Virgin Galactic partiranno nel 2017 da siti americani. Sebbene il prezzo a persona sia di 250mila dollari, le prenotazioni sarebbero già centinaia.

Virgin Galactic

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: