Vodafone

C’all Global, l’offerta che ti mette in contatto con il mondo!

Vodafone a a listino un’offerta molto interessante per chi è nato all’esteroNel mondo della telefonia non sempre è possibile comunicare con l’estero a prezzi contenuti. A far fronte a questo problema, generalmente tra i più importanti per chi è nato all’estero e che ha parenti nel paese d’origine, c’è Vodafone con la promozione C’all global, un concentrato di contenuti che garantisce di comunicare con tutto il mondo a costi molto contenuti.

Scopriamo insieme meglio di cosa si tratta.

Leggi di più a proposito di C’all Global, l’offerta che ti mette in contatto con il mondo!

Vodafone

Vodafone: calcolare i Giga a disposizione in Europa

Ormai l’estate è ufficialmente iniziate. Tutti noi aspettiamo con ansia le ferie per partire e goderci un po’ di meritato relax dopo un anno di lavoro intenso. C’è chi rimarrà in Italia, ma molti andranno all’estero, magari in giro per la bella Europa. Questo sarà il primo anno in cui, chi viaggerà in Europa, potrà […]

ex lavoratori di Nokia

L’Unione Europea offre 2.6 milioni di euro per aiutare gli ex lavoratori di Nokia

Circa tre anni fa, Nokia, la grande multinazionale finlandese, ha portato a termine un licenziamento di massa senza precedenti. Circa 1000 impiegati, con solamente pochi giorni di preavviso, sono stati licenziati e si sono ritrovati senza un lavoro. Oggi, l’Unione Europea si schiera dalla parte degli ex lavoratori di Nokia per permettere loro una vita migliore e un futuro più sicuro.

Leggi di più a proposito di L’Unione Europea offre 2.6 milioni di euro per aiutare gli ex lavoratori di Nokia

BREXIT: cosa cambia per la tecnologia?

Con la vittoria del Brexit nel referendum del 23 Giugno, con il quale i cittadini del Regno Unito hanno sancito la loro uscita dall’Unione Europea, nuovi scenari potrebbero aprirsi per il mondo della tecnologia. L’uscita della Gran Bretagna dall’Europa Unita infatti, oltre a creare numerosi interrogativi per quanto riguarda i nostri concittadini che vivono e lavorano li (basti pensare che solo a Londra ci sono 250.000 Italiani) che da oggi potrebbero essere considerati Extracomunitari a tutti gli effetti, pone molti dubbi anche sulle conseguenze che potrebbero subire la varie aziende che hanno sede legale e logistica proprio nel Regno Unito.

brexit

Va considerato infatti che oltre alle tante aziende che hanno sede proprio in Inghilterra, moltissime sono quelle che utilizzano quel paese come vero e proprio HUB per la logistica. Pensiamo alle varie case Cinesi, e orientali in generale,  che hanno strutture logistiche in varie cittadine del Regno Unito: queste aziende ora dovrebbero far fronte al pagamento dei Dazi doganali per far arrivare i loro prodotti nei proprio distaccamenti. Proprio per evitare questo si è fatto largo, non appena è stato ufficializzato il risultato del referendum, l’ipotesi che BERLINO possa prenda il posto proprio di LONDRA come HUB principale di tutte queste aziende Orientali.

Leggi di più a proposito di BREXIT: cosa cambia per la tecnologia?