Una svolta: neuroni artificiali per curare le malattie

Una svolta: neuroni artificiali per curare le malattie

Grazie ad un’équipe di ricercatori arriva una svolta: neuroni artificiali per curare le malattie. Sono state create cellule nervose artificiali, che aprono letteralmente la strada a nuovi modi per “riparare” il corpo umano. Inteso come gravi lesioni causate da problematiche quali l’Alzheimer, inclusi impianti medici per il trattamento di patologie come l’insufficienza cardiaca.

I minuscoli prototipi si comportano esattamente come le cellule naturali del nostro organismo. Si spera dunque, che un giorno possano essere usate per curare malattie degenerative.

Un team dell’Università di Bath ha utilizzato una combinazione di matematica, calcolo e progettazione di chip. Questo per trovare il modo di replicare in un circuito ciò che le cellule nervose (neuroni) fanno naturalmente.

I neuroni, come molti sapranno, ricevono, elaborano e trasmettono impulsi nervosi; in altre parole segnali “da – a”. Ovvero verso il cervello e il resto del corpo.

Gli scienziati sono interessati a riprodurli, perché è importante nel trattamento di malattie gravi come il già citato Alzheimer; dove le cellule neuronali degenerano e muoiono. Dunque, la ricerca offre un potenziale enorme, poiché permette di effettuare un esperimento senza precedenti.

Il prof. Alain Nogaret del dipartimento di fisica di Bath, ha affermato che la novità della loro ricerca sta nel trasferire le proprietà elettriche delle cellule cerebrali su circuiti sintetici realizzati in silicio.

Fino ad ora, i neuroni sono stati come scatole nere, ma siamo riusciti ad aprire la scatola nera e scrutare dentro”, ha detto. “Il nostro lavoro sta cambiando paradigma perché fornisce un metodo robusto per riprodurre le proprietà elettriche dei neuroni reali nei minimi dettagli.”

Leggi di più a proposito di Una svolta: neuroni artificiali per curare le malattie

Emozionante: il cloud gaming è imminente

Emozionante: il cloud gaming è imminente

Davvero emozionante: il cloud gaming che andrà a potenziare i giochi VR. Unico requisito una banda ad alta frequenza.

I servizi di streaming, come Netflix o Amazon Prime, sono utilizzati da milioni di persone in tutto il mondo. Ma la prossima ondata di media digitali è imminente: il cloud gaming.

La nuova tecnologia è simile ai servizi di Video on Demand. In altre parole un gioco per computer è eseguito su un server nel cloud.

I giocatori accedono al server tramite connessione Internet. Qui ricevono il flusso audio/video sul proprio impianto personale.

Ogni utente non deve più possedere un potente dispositivo di gioco. Basta avere una connessione Internet veloce e potente. In grado quindi di trasmettere grandi quantità di dati dal cloud a bassa latenza.

Il cloud Computing ha il potenziale per elevare i giochi VR (Realtà Virtuale) al livello successivo. Tuttavia, i requisiti di larghezza di banda sono ancora impegnativi.

Un display VR fluido richiede fino a 10 volte più prestazioni computazionali per generare abbastanza pixel e abbastanza fotogrammi al secondo.

La trasmissione video tradizionale, viene facilmente spinta oltre i suoi limiti.

Dieter Schmalstieg, capo dell’Institute of Computer Graphics and Vision, e il suo team hanno sviluppato un nuovo metodo per sbloccare un potenziale rivoluzionario. Questo per esperienze VR non legate. Leggi di più a proposito di Emozionante: il cloud gaming è imminente

Impressionante scoperta: un verme robotico

Impressionante scoperta: un verme robotico nelle arterie

Impressionante scoperta: un verme robotico per curare danni causati da ictus o aneurisma.

PER QUANTO L’IDEA SEMBRI RACCAPRICCIANTE, PUO‘ SPOSTARSI ATTRAVERSO LE ARTERIE CEREBRALI SENZA CAUSARE DANNI.

IL WORM, UN FILO ROBOTICO PROGETTATO DAL MIT PER SPOSTARSI ATTRAVERSO I VASI SANGUIGNI, POTREBBE APRIRE NUOVE PORTE PER UN INTERVENTO CHIRURGICO.

TUTTO CIO’, OLTRETTUTTO, CON UN’AZIONE MINIMAMENTE INVASIVA. Leggi di più a proposito di Impressionante scoperta: un verme robotico nelle arterie

Straordinario: umani messi in animazione

Straordinario: umani messi in animazione sospesa

Per la prima volta in assoluto un evento straordinario: umani messi in animazione sospesa. I medici, nell’ambito di un processo molto delicato, hanno reso possibile la riparazione di lesioni traumatiche, che diversamente causerebbero la morte del paziente.

Avviene negli Stati Uniti. Leggi di più a proposito di Straordinario: umani messi in animazione sospesa

HEDBERG (WIND TRE): lavoriamo insieme

HEDBERG (WIND TRE): lavoriamo insieme per il 5G

HEDBERG (WIND TRE): lavoriamo insieme per sviluppo 5G, ma serve un approccio di sistema.

Questo grande periodo rivoluzionario, sta gettando davvero le basi del nuovo millennio; dove la stessa tecnologia, uniformata alla scienza e alla costante ricerca, ci fornisce una visione d’insieme davvero sorprendente. Leggi di più a proposito di HEDBERG (WIND TRE): lavoriamo insieme per il 5G

DNA: embrioni con bassa intelligenza

DNA: embrioni con bassa intelligenza. Un test li individua

DNA: Embrioni con bassa intelligenza si possono individuare grazie ad un test.

La procedura fa discutere: “IMMEDIATAMENTE FA SORGERE OGNI TIPO DI DOMANDA SULL’EUGENETICA.” così afferma David Keefe. Leggi di più a proposito di DNA: embrioni con bassa intelligenza. Un test li individua

Bosch EICMA 2019

Bosch EICMA 2019: moto e powersport per il futuro

Bosch EICMA 2019: protagonista la multinazionale tedesca, per sicurezza, avanguardia e guida in libertà.

Un incidente motociclistico su 7 potrebbe essere evitato grazie alla nuova tecnologia Bosch che permette stabilità alla guida e alte prestazioni.

Il motociclismo, da sempre simbolo di libertà ed emozione, oggi può contare sull’esperienza della precisione tedesca.

Qui troviamo, la massima capacità, il comfort e la tecnologia moderna, per la riduzione delle emissioni. Oggi all’apice dello sviluppo Bosch.

Inoltre, un display di nuova produzione, rende epica la collaborazione con il mondo delle due ruote. Leggi di più a proposito di Bosch EICMA 2019: moto e powersport per il futuro

Samsung TV: addio a Netflix

Samsung TV: addio a Netflix dal 1 Dicembre

Samsung TV: addio a Netflix.

09 novembre 2019. L’annuncio è arrivato nelle ultime ore:

Dal 1° Dicembre su alcuni device Samsung, Netflix non sarà più disponibile.

A comunicarlo agli utenti, un messaggio Samsung, che lo rende chiaro sul proprio sito online.

La stessa notizia, compare sui diversi boxTv di proprietà della casa coreana:

Netflix non sarà più disponibile su questo device“. Leggi di più a proposito di Samsung TV: addio a Netflix dal 1 Dicembre

Mappata energia oscura

Mappata energia oscura dell’universo

Mappata energia oscura. Un gruppo di scienziati, ha avviato un nuovo dispositivo per la mappatura dell’universo.

Lo strumento ha le capacità per “innescare una rivoluzione nella fisica teorica”. Leggi di più a proposito di Mappata energia oscura dell’universo