Samsung Galaxy XCover Pro

Samsung Galaxy XCover Pro, lo smartphone corazzato

Si sa, gli smartphone sono dispositivi estremamente tecnologici, ma un loro punto debole è la resistenza. Capita spesso che cellulari di altissimo valore possano subire rotture o danneggiamenti anche con un semplice urto. É vero anche che attualmente vengono studiati materiali molto resistenti per gli smartphone, ma non sono immuni al 100% dai danni. Per evitare spiacevoli inconvenienti, la Samsung ha pensato di creare uno smartphone “corazzato” ultra resistente, pensato proprio per chi lavora in ambienti ostili come per esempio i cantieri. Il suo nome è Samsung Galaxy XCover Pro.

L’impressionante resistenza del Samsung Galaxy XCover Pro

Questo nuovo dispositivo è uno smartphone molto più robusto e resistente rispetto agli altri cellulari; con una vera e propria corazza (che fa parte dello stesso cellulare) che racchiude tutto lo smartphone ed è impermeabile ed antipolvere. Il Samsung Galaxy XCover Pro è certificato con lo standard di resistenza militare MIL-STD 810G ed anche con l’IP68 (ovvero la resistenza alla polvere e all’acqua). Per farvi alcuni esempi della sua robustezza, questo cellulare può resistere a cadute di 1,5 metri ed anche all’umidità, alle elevate altitudini e a svariate condizioni estreme.

Le caratteristiche tecniche del Samsung Galaxy XCover Pro

Nonostante la sua apparenza massiccia, questo smartphone è dotato anche di ottime prestazioni, ecco le sue notevoli caratteristiche tecniche:

  • Processore: un Exynos 9611, SoC composto da quattro core Cortex-A73 a 2,3 GHz ed altri quattro core Cortex-A53 a 1,7 GHz;
  • RAM: 4 GB;
  • Memoria interna: 64 GB espandibile fino a 512 GB con MicroSD;
  • Schermo: la grandezza del display è di 6,3 pollici con una risoluzione di 1080 x 2400 pixel. È più sensibile al tocco, e quindi permette il suo utilizzo anche con guanti e dita bagnate. La protezione è assicurata dal super resistente vetro Gorilla Glass 5;
  • Batteria: capacità di 4050 mAh. É diaponibile la ricarica rapida (15W) tramite porta USB Type-C. Un dettaglio curioso è che questa batteria è rimovibile;
  • Comparto multimediale: la fotocamera principale è di 25 Megapixel affiancato ad un altro sensore da 8 Megapixel e grandangolo. La fotocamera frontale è di 13 Megapixel;
  • Sistema Operativo: Android 10;
  • Altro: connettività WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0 e varie applicazioni per la sicurezza;
  • Costo: 500 euro.

Conclusioni

Per concludere l’articolo diciamo che il Samsung Galaxy XCover Pro è davvero interessante. É mirato per chi svolge lavori pesanti o attività più estreme; ma può essere utilizzato anche da chi desidera la massima resistenza da un cellulare. Le sue prestazioni sono poi degne di nota, non sono al livello della fascia alta Samsung, ma è comunque notevole perché racchiude buone prestazioni e super resistenza in un unico dispositivo. La sua messa in commercio è prevista per il 31 gennaio 2020. Si spera inoltre che sia effettivamente così estremamente resistente e che anche gli altri smartphone della Samsung siano sempre più resistenti. Non ci resta che aspettare quindi l’uscita del Samsung Galaxy XCover Pro che sicuramente non deluderà e sarà un prodotto estremamente affascinante.

 

Ecco il video di presentazione del Samsung Galaxy XCover Pro:

 

Sito ufficiale della Samsung: https://www.samsung.com/it/

Ti potrebbe interessare: https://technoblitz.it/gorilla-glass-5-galaxy-note-7-piu-resistente-cadute/

Autore dell'articolo: Gioacchino Savarese

Avatar
Gioacchino Savarese nasce il 26 maggio 1995 a Nocera Inferiore. Fin da subito è appassionato di misteri, scrittura e scienza. Le sue passioni e i suoi sogni si sono materializzati il 16 maggio 2015 con la creazione del Blog intitolato "I Misteri Del Mondo e Dell'Universo", inoltre ha un canale You Tube (adesso chiamato Specialid) e una Pagina Facebook omonimi. Inoltre ha pubblicato un libro il 19 luglio 2017 intitolato "I MISTERI DELLA VITA NELL'UNIVERSO". Il 27 giugno 2019 ha pubblicato il suo secondo libro: DIARIO DI UN SOLDATO. Il 30 ottobre 2019 ha creato il suo nuovo blog, chiamato Specialid, anche la sua pagina Instagram si chiama Specialid. Continua tuttora la sua ricerca nel mistero, nelle sue attività e a scrivere.