Opel Grandland X

“Rocco Schiavone” guida una Opel Grandland X

Ottimo debutto, per il primo episodio della seconda stagione della fiction di Rai2, di Rocco Schiavone 2, tratta dai romanzi di Antonio Manzini e interpretata magistralmente da Marco Giallini. La fiction ha un pubblico con livelli d’istruzione alti e fasce d’età centrali in linea con il target dei modelli Opel che svolgono il ruolo di coprotagonisti nella serie tv. Il Questore guida infatti una Opel Grandland X.

Una Opel Grandland X per Rocco Schiavone

Marco Giallini e la sua squadra, vengono supportati nelle intricate indagini da vetture che garantiscono sicurezza e confort in ogni circostanza anche sulle tortuose strade di montagna.
Rocco Schiavone, vicequestore di polizia romano trasferito in Aosta, ha scelto Opel Grandland X, in virtù del suo stile avventuroso e dinamico che si addice perfettamente al suo carattere schietto e diretto.

Opel Grandland X

Opel Grandland X

Il nuovo Opel Grandland X è il terzo membro della famiglia dei SUV Opel contraddistinti dalla lettera X, ha linee moderne e dinamiche, fascino offroad e la seduta rialzata con l’eccellente visibilità tipica dei SUV, numerose tecnologie avanzate, tanto spazio e comfort per cinque passeggeri amanti dell’avventura e un pacchetto di dotazioni di sicurezza premiato dal massimo punteggio (5 stelle) Euro NCAP. In linea con la filosofia Opel di “democratizzare” tecnologie di classe superiore, Grandland X rende disponibili ad un pubblico più vasto ed a prezzi accessibili, sistemi di assistenza alla guida solitamente disponibili su vetture premium a prezzi decisamente più elevati.

I sedili ergonomici premium con rivestimento in pelle certificati dall’associazione indipendente di esperti di postura AGR per guidatore e passeggero anteriore e i sedili anteriori e posteriori esterni
riscaldabili innalzano ulteriormente il livello di comfort. Infotainment e connettività impeccabili sono garantiti dal sistema Navi 5.0 IntelliLink con schermo touch a colori grande fino a otto pollici compatibile con Apple CarPlay e Android Auto; è possibile ricaricare il proprio smartphone in modalità wireless.

Autore dell'articolo: Luigi Marra

Avatar
Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.