Microfono a condensatore AUKEY

Recensione del microfono a condensatore AUKEY, con supporto per scrivania

Ho avuto l’occasione di provare il microfono a condensatore AUKEY, con supporto da tavolo, collegato al mio computer. Il microfono è un ottimo punto di partenza per chi vuole registrare video, con un buon livello di audio.

Unboxing e materiali del microfono a condensatore AUKEY

Il microfono a condensatore AUKEY viene venduto in una scatola di dimensioni contenute, nel classico stile AUKEY, senza troppi fronzoli. All’interno della scatola troviamo il microfono, il cavo per il collegamento al PC, un comodo treppiedi e il libretto d’istruzioni, che, a differenza di quello di altri prodotti AUKEY, spiega molto chiaramente i procedimenti per la configurazione, con anche immagini guida.
[maa id=”1″]

Il microfono a condensatore AUKEY è costruito naturalmente in plastica, ma ha un aspetto non troppo economico, grazie soprattutto alla vistosa ghiera del microfono, che è invece fatta di metallo. Il treppiedi è molto basilare, dato che non consente di regolare la posizione del microfono in altezza.

Configurazione del microfono a condensatore AUKEY

Il microfono a condensatore AUKEY è veramente Plug and Play, dato che basta inserire il jack da 3.5 mm nell’apposito ingresso del PC, per poter utilizzare il microfono. Non ho avuto bisogno di una scheda audio dedicata, per farlo funzionare, ma ho utilizzato quella integrata nella scheda madre del mio PC (ASRock H170 Pro4).

Naturalmente è necessario settare manualmente i parametri della sensibilità del microfono, per avere la migliore qualità audio e il migliore volume. Per farlo bisogna usare sia il menu di Windows, o programmi dedicati (nel mio caso il programma della gestione audio Realtek), che la comoda rotellina presente sul microfono.

Utilizzo del microfono a condensatore AUKEY

Dopo aver settato a dovere il microfono a condensatore AUKEY, ho provato a fare alcune registrazioni di prova. Al massimo della sensibilità il microfono riesce a registrare a un buon livello di volume, anche a distanze modeste (1 metro). Naturalmente la qualità del suono e il volume dipendono anche dal software che gestisce il microfono. Per esempio, provando l’opzione di riduzione dei fruscii di Realtek, ho notato che la voce risultava a tratti metallica e innaturale. Anche senza questa opzione, però, i fruscii sono molto bassi, grazie all’ottima progettazione del microfono.
[maa id=”1″]

Consiglio questo microfono a condensatore AUKEY a tutti quelli che si approcciano al mondo del video-making, ma anche a chi vuole registrare le proprie abilità canore. Rispetto ad altri prodotti, che richiedono un discreto investimento, il microfono di AUKEY, con meno di 15 euro di spesa, riesce a offrire prestazioni di registrazione più che sufficienti, per chi non desidera registrare a livello professionale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: