Recensione del Lenovo Moto Z Play

Recensione del Lenovo Moto Z Play e della Moto Mod stereo di JBL

In questi ultimi giorni ho provato il nuovo Lenovo Moto Z Play, presentato lo scorso autunno e uno degli smartphone più potenti del catalogo di Lenovo, che ha acquistato il brand Motorola. Il dispositivo si caratterizza per la presenza di Android 6.0.1, in versione quasi stock, e per il supporto alle Moto Mods.

Unboxing e design del Lenovo Moto Z Play

Il Lenovo Moto Z Play viene venduto in una scatola piuttosto grande, che contiene, oltre al telefono, anche un caricabatteria Turbo Power, con interfaccia USB Type-C, delle cuffie non in-ear, dei manuali di primo avvio e una graffetta per aprire il carrellino delle SIM e della Micro SD. Inoltre, insieme al telefono, troviamo una sorta di cover magnetica, con trama antiscivolo a righe diagonali, che ha un triplice scopo: proteggere i contatti per le Moto Mods, proteggere il bellissimo vetro posteriore ed evitare che la fotocamera sporga. Questa cover può anche essere rimossa, per godere del design del Moto Z Play.

Nel design prevale il vetro, davanti (con leggera finitura 2.5D)e dietro, e il metallo nel frame laterale. Nella parte inferiore troviamo la porta USB Type-C e il jack audio da 3.5 mm, che hanno il contorno in plastica, per ridurre il rischio di graffiare il metallo. I tasti del volume e di accensione (zigrinato) si trovano sulla destra, mentre sulla sinistra il frame è pulito. Nella parte superiore si trova il carrellino, per due Nano SIM e per una Micro SD, e un microfono.
[maa id=”1″]

Sul frontale troviamo in basso un lettore d’impronte digitali, molto accurato, e in alto la capsula auricolare, che funge anche da speaker, la fotocamera frontale da 5 MP, con Flash LED, e i sensori di luce e di prossimità. Nella parte posteriore si trovano i pin per le Moto Mods e la fotocamera da 16 MP, con doppio Flash LED.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Hardware e software del Lenovo Moto Z Play

Il Lenovo Moto Z Play presenta delle caratteristiche tecniche di tutto rispetto. Infatti vanta un SoC Qualcomm Snapdragon 625, con CPU octa-core (ARM Cortex-A53), con clock massimo di 2,016 GHz, e GPU Adreno 506, con clock massimo di 650 MHz. Per quanto riguarda la memoria, il Moto Z Play contiene 3 GB di RAM LPDDR3 e 32 GB di memoria interna di tipo flash. Grazie a questa dotazione hardware, lo smartphone si comporta molto bene, sia durante la navigazione web, che nell’utilizzo normale. Anche nei giochi la potenza è più che sufficiente e le temperature non sono mai molto alte, anche se a volte diventa tiepido nella parte posteriore, specialmente se è montata la cover magnetica.

Il display di Moto Z Play è un Super AMOLED da 5.5 pollici in risoluzione Full HD (401 dpi), che riproduce i colori molto bene e che dispone di due modalità di colore, una più satura e una meno satura. Gli angoli di visione, come per tutti gli AMOLED, sono molto elevati, quasi 180°. Il display AMOLED consente la funzione Display Ambient, molto utile, dato che offre un’anteprima dell’ora e delle notifiche, anche alla luce della mancanza di un led di notifica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anche per la connettività, questo Moto Z Play dispone di tutte le ultime tecnologie, quali Wi-Fi Dual-Band, Bluetooth 4.0 Low Energy, NFC e modem LTE con supporto anche alle reti 4G+. La batteria è veramente molto capiente, dato che misura 3510 mAh totali, e consente di superare la giornata di utilizzo. Con un utilizzo blando può durare anche due giorni.

Il software è naturalmente Android 6.0.1, praticamente stock, con poche personalizzazioni da parte di Lenovo. L’utilizzo della UI è molto gratificante, data la sua fluidità e velocità nelle operazioni.
[maa id=”1″]

Fotocamera del Lenovo Moto Z Play

La fotocamera posteriore è in grado di scattare foto in 4:3, a 16 MP, e in 16:9, solo a 12 MP. Il software della fotocamera è molto basilare, anche se non manca la modalità manuale, dove si possono regolare molti parametri. Le foto sono di buona qualità, anche con poca luce. I video possono essere girati fino alla risoluzione 4K@30fps e sono stabilizzati in maniera più che ottimale. Il Flash LED dual-tone diminuisce quella sensazione di luce fredda, che è presente nelle foto scattate con il flash.

La fotocamera frontale da 5 MP scatta anch’essa buone foto, ma si distingue da altri smartphone concorrenti per la presenza di un Flash LED, per le foto in ambienti molto poco illuminati.

Per attivare velocemente la fotocamera basta scuotere il Moto Z Play.

Recensione del Lenovo Moto Z Play

Moto Mods e speaker stereo JBL

Una caratteristica originale della serie Moto Z di Lenovo è il supporto alle Moto Mods, dei moduli aggiuntivi, che si collegano allo smartphone con gli appositi pin posteriori. Al momento troviamo un powerbank, un proiettore, un modulo fotografico Hasselblad e uno speaker stereo JBL.

Io ho provato lo speaker stereo, marchiato JBL, che è una delle Mods più interessanti. La Moto Mods si presenta come una sorta di guscio, spesso circa 1,5 cm, che si installa magneticamente sul retro del Moto Z Play. Automaticamente l’uscita audio sarà impostata sullo speaker JBL. Il suono è veramente molto potente, se impostato al massimo del volume. Inoltre riproduce molto più fedelmente i suoni, rispetto allo speaker del Moto Z Play. Tra le altre caratteristiche troviamo un supporto, per fare stare alzato lo speaker dal tavolo, e una batteria interna, ricaricabile tramite USB C, che impedisce che si scarichi la batteria del Moto Z Play, mentre viene riprodotta la musica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Utilizzo del Lenovo Moto Z Play

Il Lenovo Moto Z Play è un ottimo smartphone, che si comporta bene in tutte le situazioni. Pur non essendo venduto a un prezzo elevato (circa 400 euro su Amazon), ha delle ottime caratteristiche tecniche. Per avere un’idea più dettagliata delle mie impressioni sull’utilizzo del Moto Z Play, vi invito a guardare la video-recensione proposta di seguito.

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: