Poker online: per molti una vera e propria professione

Poker online: per molti una vera e propria professione

Chi non conosce il poker? Si tratta indubbiamente di uno dei giochi di carte più popolari e apprezzati in tutto il mondo, nonché una delle maggiori attrattive anche per i casinò online. Ad oggi esistono diverse versioni di questo gioco, tra le quali la famosissima variante Texas Hold’em. Sembra che ad inventarlo siano stati dei marinai a New Orleans a inizio ‘800 e che il nome del gioco sia passato da “poque” a essere “poker” con l’arrivo di immigrati anglofoni.

Inizialmente, erano necessarie non più di 20 carte per una partita: ogni partecipante ne riceveva 5 e le puntate si piazzavano sulla mano migliore. Non si usavano nemmeno le fiches per indicare il valore delle puntate, bensì altri oggetti come gioielli e beni preziosi. Nel giro di qualche decennio, però, la fama del poker avrebbe conosciuto un’espansione internazionale. Basti pensare che già 200 anni fa gli appassionati erano soliti giocare partite lunghissime, che potevano durare anche mesi interi.

Grazie alle prime World Series of Poker a Las Vegas del XX secolo il gioco ha potuto riunire finalmente esperti provenienti da ogni angolo del globo, che hanno iniziato a sfidarsi per decidere chi fosse il migliore in assoluto, utilizzando un sistema di votazione. Nel 1973 fu trasmesso così in televisione il primo torneo assoluto di poker e il premio ammontava già a 130.000 dollari. Anche alcuni noti personaggi italiani sono abituali giocatori di poker e talvolta tendono a nascondere per lungo tempo la propria identità. La più grande vincita mai registrata, comunque, è pari ai 20 milioni di dollari. Il fortunato in questione fu Brynn Kenney, che si aggiudicò il ricchissimo premio alle Triton Million del 2019, guadagnando in questo modo un terzo di quello che è attualmente il suo patrimonio totale.

Il poker può diventare una vera e propria professione, anche piuttosto remunerativa

Servono comunque anni di allenamento per arrivare ad alti livelli e le sale da gioco online, che si distinguono per essere decisamente le più economiche, rappresentano la soluzione ideale per fare pratica. Per aggiungere un nuovo tavolo in una sala, ad esempio, basta un click e non sono richieste tutte le disposizioni alle quali ci si deve attenere in una sala vera e propria. Giocare a poker online su una piattaforma dedicata è comodo e permette agli utenti di operare anche con puntate minime, inoltre esistono anche tornei a iscrizione gratuita, detti “freeroll”, che attraggono sempre più nuovi giocatori. Specialmente in America, così, il fenomeno è iniziato a circolare rapidamente.

Poker online, oggi è facilmente possibile giocare a distanza contro altre persone connesse dal proprio computer o dispositivo portatile

Come intuibile, l’accessibilità del gioco da casa ha favorito nettamente la diffusione e l’evoluzione di questa modalità, tanto da soppiantare il vecchio gioco dal vivo. Quando le puntate sono costituite da denaro vero si parla di “cash game” o di “ring game”, cioè di “gambling”, gioco d’azzardo. Una ricerca effettuata da DrKW and Global Betting and Gaming Consultants ha quantificato il giro d’affari del poker virtuale nel 2004 in una cifra intorno al miliardo e mezzo di dollari, con una stima per il 2008 di circa 6 miliardi. In Italia l’espansione aumenta anno dopo anno e sono già diversi i professionisti impegnati nei tornei internazionali.

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.