I più importanti nomi nel campo dei VR insieme per creare degli standard industriali

E’un dato di fatto che la realtà aumentata (virtual reality, ndr) sia uno dei settori più in fermento nell’attuale mondo high-tech. Nonostante gli stadi iniziali di questa avventura, oggi i risultati sono significativi e anche alla portata del grande pubblico. L’esempio classico è il PlayStation VR, dal prezzo accessibile, ma che non garantisce ancora prestazioni che ne giustifichino l’acquisto in massa.

Nasce un associazione che regola tutti i produttori di VR

Per questo Google, HTC, Oculus, Sony, Samsung e Acer si sono riunite per fondare la “Global Virtual Reality Association” (GVRA), un associazione non-profit che si occuperà di promuovere lo sviluppo e l’adozione dei dispositivi VR in tutto il mondo. I membri che ne fanno parte condivideranno parte delle loro “scoperte” ottenute grazie alla ricerca e lo sviluppo, cercando di trovare le migliori pratiche industriali possibili.

Citiamo le parole di Jon Wiley, direttore dell’immersive design di Google:

“The GVRA is a necessary first step toward ensuring great VR experiences for everyone.”

Ci si aspetta un adesione anche da parte di altre aziende emergenti in questo campo, o almeno un adattamento degli stessi principi. E per quanto Hololens di Microsoft sarebbe (tecnicamente) un dispositivo AR, ci sorprende non vedere la casa di Redmond nella lista dei membri della GVRA.

VR, in arrivo un associazione a regolarli

Realtà aumentata e dispositivi VR, futuro assicurato o flop?

Vengono enfatizzati i possibili utilizzi della realtà aumentata nella quotidianità, “dall’educazione all’utilizzo in strutture mediche”, fino ai contributi all’economia mondiale. Sempre secondo la neonata GVRA, i suoi membri fondatori faranno di tutto per aumentare le potenzialità della piattaforma. Forse anche per gestire i ricavi tra loro.

Insomma, attendiamo altre evoluzioni ed ulteriori membri in arrivo. Sarà un bene (maggiore interconnessione tra le aziende) oppure rischiamo di cadere in un brutto monopoli di poche aziende leader nel settore? Solo con il tempo lo scopriremo.

E voi, cosa ne pensate dei dispositivi VR? Fatecelo sapere nei commenti!

 

FONTE engadget

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: