LG

LG G6 sarà dotato di raffreddamento a liquido

LG, il produttore di smartphone sud coreano, promette che il flagship del 2017, il futuro LG G6, non soffrirà di surriscaldamento. La compagnia ha annunciato che si sta adottando una nuova tecnologia per contrastare la produzione di calore dello smartphone. E la conseguente degradazione della batteria. Secondo LG, questa nuova tecnologia è stata anche oggetto di test da parte delle autorità europee e americane. Questa mossa sembra mirata a catturare l’attenzione dei delusi utenti dei Galaxy Note 7.

Il LG G6 sarà infatti un phablet mirato a contrastare la serie S e Note di Samsung. Dopo il disastro dei Note 7, dove gli smartphones avevano seri problemi di sicurezza legati alla batteria e a causa dell’incapacità di Samsung di risolvere il problema, la concorrenza sfrutta l’occasione. In questo caso è Lee Seok-jong, dal reparto mobile di LG Electronics. In una dichiarazione parla infatti della volontà di LG di migliorare la sicurezza e la qualità dei loro smartphones. In particolare dei top di gamma: questo a causa dei consumatori, i quali manifestano la necessità di avere devices sicuri tra le mani.

Nonostante LG non abbia divulgato nello specifico in cosa consisterà questa tecnologia, ne abbiamo un’idea. La compagnia ha infatti annunciato che introdurrà condutture di raffreddamento all’interno del device. Altri produttori (tra cui Samsung) usano questa tecnologia per mantenere il chipset e altri componenti del telefono raffreddati. Questa modalità di raffreddamento viene comunemente utilizzata in laptops e anche in desktop computers. Consiste praticamente in una conduttura di rame sigillata che contiene un liquido apposito, il quale si espande, diventando vapore e si disperde all’interno del dispositivo: il passaggio di stato da liquido a vapore del fluido assorbe una significativa quantità di calore, la quale viene rimossa dall’interno dello smartphone e dissipata all’esterno.

LG: il futuro flagship G6 non soffrirà di surriscaldamento e sarà più sicuro

LG promette che il futuro G6 non soffirà di surriscaldamento
Una conduttura in rame sarà installata all’interno del LG G6 per disperdere calore.

LG afferma che questa tecnologia può ridurre le temperature dal 6% al 10%. Inoltre, il G6 sarà studiato per mantenere i componenti che producono calore il più distante possibile gli uni dagli altri. Questi componenti tipicamente sono il processore, il modem, i circuiti elettrici e la batteria.

Inoltre, LG sta conducendo altri importanti test sul futuro top di gamma G6. La compagnia afferma che lo smartphone ha una resistenza al calore del 15% maggiore rispetto ai requisiti minimi (circa 65°C). Inoltre LG ha detto che il device sta venendo sottoposto ad un “nuovo, più complesso life test” che significa prove di resistenza, tra cui cadute, esposizioni ad alti volaggi, acqua e graffi.

Sembra che LG stia prendendo la questione della sicurezza degli smartphone molto seriamente. E sembra una mossa astuta, dato che il pubblico spaventato dalla storia dei Galaxy Note 7 è alla ricerca di sicurezza per il proprio smartphone. Non bisogna scordarsi che il flagship LG del 2016, il G5, fallì miseramente nelle classifiche di vendita, rivelando che gli utenti preferirono il Samsung Galaxy S7.

Via

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: