Seattle

The Last of Us 2: ambientato in parte a Seattle?

Molti fan della saga, presi dall’euforia del trailer e dalle immagini uscite sul web, hanno iniziato a notare alcuni indizi su dove, almeno parte della storia del videogame, potrebbe essere ambientato nella città di Seattle. Vediamo nei dettagli.

Non è raro che i fan, spinti dalla curiosità e dal desiderio di comprensione, si mettano di buona lena a cercare indizi su indizi tramite le minime immagini o durante i trailer, esaminandone ogni dettaglio per scovare anche la minima parte. Idee su idee, che tramite i forum o i blog diventano veri e proprio complotti, i quali avranno fine solo con l’uscita del gioco. Uno spirito comune per la verità, per l’avventura, ed un minimo di unione fra ragazzi di tutto il mondo che condividono una stessa opinione. E per The Last of Us 2, il web si è addirittura compattato.

I primi indizi che portano a Seattle

Un utente di Reddit, Voldsby, avrebbe comparato alcune immagini del gioco uscite durante una rassegna stampa Playstation. Rassegna dove è stato mandato in onda il trailer, e alcuni concept art di The Last of Us 2. Con quelle immagini, l’utente avrebbe trovato le molte affinità fra la città sovrastata dalla natura all’interno del gioco, e la reale ed attuale Seattle, in Washington.

Vi mostriamo alcune delle immagini catalogate dall’utente Reddit, mostrandovi le somiglianze riscontrate. Iniziamo dalle strade, riconosciute tramite i palazzi e la loro struttura, oltre alla loro posizione attuale.

Altro piccolo indizio: i parchimetri e le segnaletiche utilizzate. Forse non può significare nulla per noi italiani, essendo spesso i parchimetri uguali per molti regioni, ma se questo ragazzo non ha omesso questo particolare, avrà una tesi al riguardo.

Un’altra delle immagini che appunto avrebbe dato ancora più valore alla tesi, sarebbe l’ingresso ai parcheggi del Seattle Parking, una struttura che pare comparire nel videogame. Altre analoghe somiglianze si riscontrano nella parola “Driftwood”, che continuerebbe a comparire su segnaletiche e sui palazzi. O le scritte dei negozi, o quel che ne resta, identiche ad alcune realmente esistenti in Seattle. Perfino la mappa, vista dall’alto, sarebbe la stessa messa a confronto con Google Maps.

IGN chiede direttamente a Naughty Dog e Sony

Presa dalle possibilità e dalle idee che gli utenti web avrebbero dato, la redazione stampa IGN ha così contattato le due società, chiedendo se le ipotesi potessero essere confermate o meno. Anche se fosse reale l’ipotesi che The Last of Us 2 sia stato girato a Seattle, sappiamo con fermezza che la prima parte del gioco ha mostrato zone dell’America quali Texas, Wyoming e Utah.

Le due società per il momento tacciono, e lo hanno fatto anche durante E3 2017, non apparendo con il gioco durante l’expo del videogiochi, ma solo al PSX2016, dove il regista del gioco Neil Druckmann ha rivelato i primi dettagli sul sequel . Seguendo le rivelazioni di The Last of Us Part II , Sony ha confermato che il co-regista del gioco originale Bruce Straley non dirigerà il sequel, mentre Druckmann ha poi rivelato che ha co-scritto la sceneggiatura del sequel con lo scrittore di Westworld Halley Gross.

 

VIA

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: