La tecnologia Var ha migliorato il calcio?

Nella stagione calcistica 2017/2018, i direttori di gara della massima Serie e della Coppa Italia, hanno usufruito di un assistente particolare. Ci sono stati giovamenti? Questi i numeri snocciolati dalla Lega.Nella stagione 2017-18 l’Italia si è schierata in prima fila nella sperimentazione del Var. In breve tempo anche l’innovativo sistema è stato masticato e digerito dal classico gioco delle parti Da una parte la tifoseri e dall’altra pronte ad annotare eventuali errori in favore dell’altra tifoseria. Nell’ultima stagione sono state disputate un totale di 397 gare ufficiali, suddivise tra serie A e Coppa Italia. Gli arbitri preposti al Var comunicano costantemente con il direttore di gara, ma possono guardare solo alle sole decisioni prese da quest’ultimo, che in quel momento possono essere considerate errate e infine modificate, proprio grazie al consiglio auricolare o visione del replay.

Le statistiche nel dettaglio

Le statistiche parlano di 117 valutazioni erronee e successivamente corrette dalla tecnologia. Nello specifico parliamo di 59 falli da rigore, non visti o non considerati dall’arbitro, 41 gol assegnati e 16 cartellini rossi mostrati. Numeri importanti, che hanno consentito di far calare la media degli errori dell’arbitro, fino allo 0.90%. Facendo un confronto con la stagione precedente, quella relativa al 2016-17, si capisce che le statistiche sono migliorate.

 

 

Casi eclatanti

I numeri parlano in modo lineare e la tecnologia, di fatto la rende più corretta. I giocatori in campo sanno che l’intervento della Var, può comminare sanzioni spiacevoli. Lo dimostra l’ episodio che ha visto coinvolto il brasiliano Douglas Costa in Juventus-Sassuolo. Si é partiti con colpi proibiti e un pessimo sputo sul volto, costati all’esterno ben quattro giornate di squalifica. Le polemiche in questo campo non mancheranno mai, soprattutto perché causate da una cultura del sospetto che ormai è parte integrante del sistema calcio italiano. Se allarghiamo il fronte all’Europa inoltre, non mancano i casi di clamorosi errori arbitrali. Tanti i dubbi sul cartellino rosso sventolato a Cristiano Ronaldo in Valencia-Juventus. Senza dimenticare i madornali errori arbitrali subiti da Juve e Bayer Monaco nella scorsa edizione di Champions, che hanno indotto i vertici ad adottare il Var anche nelle competizioni UEFA.

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: