JS13KGames

JS13KGames: videogiochi pesanti solo 13 kilobytes

Il mondo dei videogiochi si sta continuamente evolvendo e gli ultimi titoli usciti offrono una grafica iper-realistica, curata nei minimi dettagli. Purtroppo, se da un lato i videogiochi diventano sempre più belli e realistici, dal punto di vista grafico, dall’altro le loro dimensioni aumentano sempre di più, con titoli che arrivano a pesare diverse decine di gigabyte. Ciò comporta lunghi tempi di download o di installazione e un uso spropositato della memoria interna della propria console o del proprio PC da gaming. Per questo motivo anche quest’anno ritorna la competizione JS13KGames, che ha come obiettivo lo sviluppo di un buon videogioco, non più pesante di 13 kilobytes.

La competizione internazionale JS13KGames


La competizione JS13KGames si svolge ogni anno dal 2012 e ogni anno sfida gli sviluppatori di tutto il mondo, nello sviluppo, in JavaScript, di un gioco divertente ma molto leggero, dato che si parla di un massimo di 13kB, per l’intero gioco. La gara è promossa dal programmatore Andrzej Mazur, con il supporto di vari sponsor, tra cui Mozilla e GitHub. Numerosi i premi in palio, per i migliori sviluppatori che parteciperanno alla competizione, dal 13 agosto al 13 settembre 2017. Al momento non si conosce ancora il tema della sfida, per evitare che gli sviluppatori possano barare, iniziando a progettare il gioco in anticipo.

La sfida risulta essere molto difficile, poiché la maggior parte delle librerie JavaScript risulta essere di gran lunga più pesante di 13kB. Per questo motivo i partecipanti dovranno affidarsi ai cosiddetti micro-framework, che pesano tra i 2 e 4kB, lasciando così fino a 11kB per la scrittura del gioco in sé. La competizione JS13KGames si articola inoltre in 3 categorie, ovvero mobile, desktop e server. Nel corso degli anni sono stati sviluppati giochi molto interessanti, che offrono un’ottima impressione, nonostante l’esigua quantità di codice utilizzata per svilupparli.

Per avere un’idea più approfondita della competizione e delle sue regole, vi invito a visitare il sito ufficiale, che spiega in maniera molto accessibile tutti i dettagli.

Autore dell'articolo: Stefano Pizzamiglio

Avatar
Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.