Il TENAA certifica una variante del MiNote 2

Alcuni giorni fa, tramite l’ente di certificazioni cinese (TENAA), sono trapelate alcune informazioni riguardanti una nuova versione del flagship MiNote 2. Il device, presentato a fine ottobre, è il primo della casa cinese con display curvo e, attraverso le ottime specifiche, ha ottenuto un discreto successo. Display croce e delizia visto che, proprio a causa del tipo di display, le vendite sono state inferiori alle aspettative.

MiNote 2

La versione rivelata è la 2.015.212 (ricordiamo che 2.015.211 è il nome in codice della variante base2.015.213 è la variante global) e, ad una prima occhiata, non sembra differire dalle altre due versioni in maniera clamorosa.

Al momento, infatti, non ci sono informazioni legate a differenze interne introdotte dalla nuova variante ma un probabile cambio di display: ci potrebbe essere il passaggio da display edge a flat per ovviare alla mancanza di pannelli da parte del produttore (LG) che ha rallentato le vendite.

[maa id=’1′]

Come riportato dal TENAA, alcune specifiche invece dovrebbero rimanere uguali: la batteria sarà ancora da 4070 mAh e il display, pur probabilmente cambiando tecnologia, sarà sempre da 5.7 pollici.

Xiaomi e le sue strategie

Spesso la multinazionale cinese ci ha sorpreso per le continue variazioni (spesso anche molto lievi) dei suoi dispositivi: non è la prima volta che viene presentato uno smartphone dall’aspetto esteriore simile ad un altro ma con SoC/componenti diversi o viceversa. Pare quindi che, anche questa volta, l’intenzione di Xiaomi sarà quella di mettere in vendita un nuovo device con leggere differenze (si spera sia un plus per i consumatori e non un malus).

Non ci resta che attendere una seconda anticipazione per saperne di più.

 

Fateci sapere cosa ne pensate della strategia di Xiaomi attraverso la nostra pagina ufficiale su Facebook e seguiteci sul canale YouTube

 

VIA

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: