Google Stadia

Google Stadia: maggiori informazioni in arrivo

Google, tramite l’account Twitter ufficiale di Google Stadia, ha annunciato che presto arriveranno nuove e interessanti informazioni sull’attesissimo servizio di gaming in streaming dell’azienda di Mountain View.

Google Stadia: nuovi dettagli

Grazie a un tweet di Google Stadia del 24 maggio scorso, sappiamo che, durante l’estate, saranno svelati diversi dettagli cruciali del servizio. In particolare, potremmo presto conoscere i prezzi dell’innovativa piattaforma, i videogiochi, che potranno essere utilizzati in streaming, e la data di lancio ufficiale.

Google Stadia è stato annunciato dal colosso informatico Google nel corso della Game Developers Conference 2019, tenutasi nel mese di marzo 2019. L’innovativo servizio promette di offrire videogiochi in streaming sui propri dispositivi, proprio come avviene già per i film, con servizi come Netflix, e per la musica, grazie ad aziende come Spotify. I benefici di un prodotto di questo genere sono molteplici. Infatti, è possibile giocare ovunque e da un gran numero di dispositivi. Inoltre, dato che viene sfruttata la potenza di calcolo dei server di Google, è possibile giocare, con dettagli elevati (fino al 4K HDR a 60 FPS), a giochi tripla A, anche sul proprio smartphone. Naturalmente, sarà necessario disporre di una connessione ad alta velocità, per sfruttare al massimo il servizio. Google Stadia offrirà anche un controller, simile, come design, al Dualshock 4 di Sony.

Naturalmente, non mancano servizi simili. Per esempio, NVIDIA offre il servizio GeForce NOW su Mac OS, PC Windows e sui suoi prodotti NVIDIA Shield. Un altro esempio è il nuovo PlayStation Now di Sony, disponibile su PS4 e PC.

Il cloud gaming sembra quindi essere un’importante tendenza per il futuro. Fra qualche anno potremmo non avere più bisogno di console o PC da gaming personali, ma sfrutteremo la potenza di calcolo di grandi server. Alcune delle questioni da risolvere, per i fornitori di questi interessanti servizi, sono, senza ombra di dubbio, la latenza e la fluidità del videogioco tramesso al nostro dispositivo.

Autore dell'articolo: Stefano Pizzamiglio

Avatar
Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.