Google

Ufficiale: Google acquista la divisione smartphone di HTC

Sfrutando probabilmente il periodo di debolezza di HTC, da ieri è ufficiale che Google ha acquistato per 1.1 miliardi di dollari la divisione smartphone del famoso marchio di Taiwan.

Che HTC non stesse vivendo il miglior periodo della sua storia era già chiaro a tutti, confermato successivamente dai dati relativi alle finanze sempre più minate dai risultati al di sotto delle aspettative dei maggiori smartphone del marchio.

Alla luce di ciò, come e cosa cambierà nel prossimo futuro per Google e per la stessa HTC? Andiamo a vederlo insieme.

Google e HTC

Dopo la collaborazione per la realizzazione del primo Pixel, i due colossi avranno modo di ricollaborare in quanto è ufficiale che BigG abbia acquisito la divisione smartphone di HTC. L’acquisizione, resa nota ieri alla stampa, si concretizzerà probabilmente sul finire del 2017 ed inizio 2018.

Rick Osterloh, SVP Google: “HTC è stato un partner di lunga data di Google e ha creato alcuni dei più belli dispositivi premium presenti sul mercato. Siamo entusiasti e non vediamo l’ora di accogliere i membri del team HTC che entrerà a far parte di Google per alimentare ulteriormente l’innovazione e lo sviluppo futuro dei prodotti in hardware per i consumatori “.

Come indicato direttamente da HTC, molti dei circa 2.000 dipendenti interessati dall’accordo, hanno già lavorato con il gigante di ricerca sugli smartphone per la produzione del suo primo smartphone Pixel e sta lavorando tutt’ora per produrre la prossima versione del telefono che dovrebbe essere annunciata il 4 ottobre.

L’acquisizione, dunque, è stata completata per portare l’esperienza hardware di HTC con quella software Android.

[adrotate banner=”6″]

Futuro di HTC

HTC, a margine della presentazione, ha dichiarato che continuerà alla creazione e realizzazione dei propri smartphone (pare, dai rumors emersi, che sia in arrivo un nuovo dispositivo premium) con però una drastica semplificazione dei modelli disponibili. Si punterà, probabilmente, solamente a modelli top di gamma e al miglioramento del business legato sulla realtà virtuale e sulle cuffie Vive VR.

Tutto ciò, purtroppo, è stato portato dalle perdite accumulate da HTC negli ultimi anni, costringendo l’azienda a  ridurre le spese di ricerca e di marketing.

VIA

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: