Alcuni Galaxy S8 sono più lenti di altri

Alcuni Galaxy S8 hanno memorie più lente di altri

C’è un fenomeno abbastanza particolare che sta andando di moda tra le aziende produttrici di prodotti tecnologici al momento. Esso si chiama “hardware lottery”, e nonostante il nome buffo, non porta nulla di buono. A lungo tempo infatti, potrebbe portare brutte sorprese ai consumatori. Tanto per cambiare, il nuovo scandalo riguarda niente meno che i Galaxy S8.

[adrotate banner=”8″]

La “hardware lottery” consiste nella differenza della dotazione hardware tra dispositivi dello stesso modello. Può capitare infatti che a causa della variabilità della disponibilità di scorte, alcune unità dello stesso smartphone siano tecnicamente più lente di altre a causa delle componenti diverse utilizzate. Ed è esattamente ciò che sembra sia successo con il Galaxy S8.

Alcune unità di Galaxy S8 e S8+ hanno memorie più lente di altre

Alcune persone che hanno acquistato il nuovissimo flagship di Samsungsia Galaxy S8 che S8+ – potrebbero incappare in brutte sorprese. Inizialmente Samsung ha dichiarato che il device avrebbe utilizzato lo standard USF 2.1 per la memoria interna, che è molto veloce. Alcuni utenti però, scavando tra le impostazioni, hanno scoperto qualcosa di losco. Sono state notate infatti velocità di lettura sequenziali diverse tra differenti unità del Galaxy S8 o S8+ rispetto ad altre. La spiegazione sta nel fatto che alcuni modelli utilizzano una memoria interna prodotta da Toshiba, la quale si appoggia sullo standard UFS 2.0 (THGBF7G9L4LBATRC). Queste componenti però sono notevolmente più lente rispetto alle memorie interne prodotte da Samsung con UFS 2.1 (KLUCG4J1ED–B0C1) usate in altri modelli.

Alcuni Galaxy S8 sono più lenti di altri
La scheda delle specifiche che mostra le differenze tra le memorie utilizzate nei Galaxy S8.
Alcuni Galaxy S8 sono più lenti di altri
La vecchia pagina delle specifiche dei Galaxy S8, a sinistra, e la nuova, a destra.

Inoltre, Samsung ha silenziosamente rimosso la dicitura USF 2.1 dalle pagine ufficiali dei dispositivi sul proprio sito. In altre parole, questa scoperta potrebbe causare diverse ripercussioni sul gigante coreano. La rabbia dei clienti è giustificata perché, tecnicamente, pagano tutti lo stesso prezzo, ma alcuni hanno devices che potenzialmente sono più lenti di altri.

La stessa figuraccia l’aveva fatta anche Huawei con i propri P10 e P10 Plus. Samsung farà sicuramente più discutere, ma il comportamento di entrambe le compagnie è inaccettabile e irrispettoso nei confronti dei propri clienti.

Via

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: