Formula E

Formula E fornisce barriere dopo la strage di Berlino

Il clima a Berlino è abbastanza teso, dopo l’attentato terroristico occorso lo scorso 19 Dicembre, quando un tir è piombato tra la folla che passeggiava tra i mercatini di Natale di Charlottenbrug alla ricerca degli ultimi regali per l’imminente festività, uccidendo 12 persone e ferendone altre 48.

La dinamica ricorda moltissimo l’episodio avvenuto a Nizza, dove a morire furono 87 persone, che si trovavano sulla Promenades des Anglais per assistere ai fuochi pirotecnici per le celebrazioni della festa nazionale francese del 14 Luglio.

Per far fronte a questa nuova tipologia di attentati, le autorità tedesche hanno deciso di installare, come misura precauzionale, delle barriere anti-camion a protezione dei mercati tradizionali che animano Berlino in questo periodo.

La Formula E mette a disposizione le sue barriere

Parte di queste barriere sono state fornite dall’organizzazione della Formula E, il campionato automobilistico dedicato alle vetture dotate di motore elettrico. Tra le tappe del mondiale vi è anche Berlino, con una gara su circuito cittadino da 2 km nel distretto di Mitte e che passa da Alexanderplatz, la torre della televisione, Strausberger Platz e Karl-Marx-Allee.

Il capo della società “Gil und Weingartner“, organizzatrice della tappa tedesca del mondiale, Ulrich Weingartner, ha dichiarato:

Siamo in contatto con la polizia per assisterla nella disposizione delle barriere. La Formula E sta fornendo le barriere gratuitamente e, nel caso serviranno anche per le celebrazioni del Capodanno, saremo pronti a fornirle

Su esempio della capitale tedesca, anche molte città italiane hanno deciso di installare delle barriere anti-camion, da Milano ad Ancona, da Lecco a Genova.

Via

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: