Meizu 16s Pro

Finalmente ufficiale il Meizu 16s Pro

Meizu presenta, ufficialmente, il suo Meizu 16s Pro. Il nuovo device della casa si presenta, come intuibile dal nome, come un upgrade del Meizu 16s, con il quale condivide gran parte delle sue caratteristiche.

Le specifiche del Meizu 16s Pro

Lo smartphone è equipaggiato con il nuovo Snapdragon 855+ della casa americana Qualcomm, al quale si affiancano 6 o 8 GB di memoria RAM LPDDR4X e 128 o 256 GB di memoria interna di tipo UFS 3.0.

Il display di questo Meizu 16s Pro è un Super AMOLED da 6,2 pollici con risoluzione FullHD + (2230×1080 pixel) e, come design attuale richiede, ricopre ben il 91,53% della superficie del telefono.

La novità, che lo differenzia da altri modelli in commercio, è che questo Meizu 16s Pro non fa utilizzo né di notch né di fotocamere pop-up, come si può vedere dalle immagini.

Il display integra al suo interno il sensore di impronte digitali per lo sblocco del dispositivo, ha un picco di luminosità di 403 nits e supporta il rilevamento dei tocchi fino a 160Hz.

Degno di nota è anche il comparto fotografico di questo Meizu 16s Pro. Sul lato posteriore, infatti, troviamo una tripla fotocamera  composta da un sensore principale da ben 48 Megapixel con apertura f/1.7; un sensore secondario da 20 Megapixel con teleobiettivo e apertura f/2.4 e, infine, un grandangolo fino a 117° ed apertura f/2.2.

La camera anteriore, invece, è composta da un sensore da 20 Megapixel ed è alloggiata sul minuscolo bordo superiore.

Ovviamente è presente l’Intelligenza artificiale che permette al device di riconoscere le scene in fase di scatto impostando i settaggi migliori; le camere sono in grado di girare filmati fino a 4K a 60 fps o in slow motion a 480 fps.

L’autonomia è garantita da una batteria da 3600 mAh che supporta la ricarica rapida fino a 24W.

Il sistema operativo è, ovviamente, Android 9 Pie con la classica interfaccia Meizu, la FlyMe quasi giunta alla versione 8.

Presente il supporto a Dual-SIM, NFC, GPS a doppia frequenza e Bluetooth 5.0

Via

Autore dell'articolo: Mauro Giaffreda

Avatar
Classe 1986, Ingegnere Aerospaziale. Da sempre appassionato di tecnologia, in particolare del mondo mobile e di PC. Grande appassionato di Spazio.