Coronavirus: un tigre è risultata positiva al Covid-19

Coronavirus: un tigre è risultata positiva al Covid-19

Si ritiene che la tigre, di nome Nadia, sia il primo caso noto di un animale infetto da Coronavirus negli Stati Uniti. Lo zoo del Bronx, a New York City, afferma che il risultato del test è stato confermato dal National Veterinary Services Laboratory nello Iowa.

Si pensa che Nadia, insieme ad altri sei grandi felini, sia stata infettata da un guardiano dello zoo asintomatico. I felini hanno iniziato a mostrare sintomi, tra cui una tosse secca, alla fine del mese scorso dopo il contatto ravvicinato con il dipendente, che non è stato identificato.

Questa è la prima volta che qualcuno di noi viene a sapere in qualsiasi parte del mondo che una persona ha infettato l’animale e l’animale si è ammalato, ha detto ieri all’agenzia di stampa Reuters Paul Calle, capo veterinario dello zoo. Ci sono stati casi isolati di animali domestici risultati positivi per il coronavirus in altre parti del mondo, ma gli esperti hanno sottolineato che non ci sono prove che possano ammalarsi o diffondere la malattia.

Coronavirus: tigre infettata dall’uomo

Calle ha dichiarato di voler condividere i risultati con altri giardini zoologici e istituzioni che ricercano la trasmissione del Covid-19. “Abbiamo testato la tigre con molta cautela e assicureremo che qualsiasi conoscenza acquisita su Covid-19 contribuirà alla continua comprensione del mondo di questo nuovo coronavirus“, ha affermato lo zoo in una nota.

Nadia, sua sorella Azul, oltre a due tigri dell’Amur e tre leoni africani che hanno mostrato sintomi, dovrebbero riprendersi completamente, ha detto lo zoo. I felini hanno avuto una certa diminuzione dell’appetito ma “stanno andando bene anche con le cure veterinarie e sono brillanti, vigili e interattivi con i loro custodi“, ha detto.

Lo zoo ha detto che non è noto come il virus si svilupperà in animali come tigri e leoni poiché varie specie possono reagire in modo diverso alle nuove infezioni, ma tutti gli animali saranno attentamente monitorati. Nessuno degli altri grandi felini dello zoo mostra segni di malattia.

Tutti e quattro gli zoo gestiti dalla Wildlife Conservation Society di New York City, incluso lo Zoo del Bronx, sono stati chiusi al pubblico dal 16 marzo. Nuove misure saranno ora messe in atto per proteggere gli animali e i loro custodi in tutte le strutture.

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: