Calendario

Calendario: tutte le alternative all’app di Apple

Ormai il nostro smartphone è uno strumento indispensabile per diverse cose. Tra le diverse funzioni che possiamo sfruttare, vi è sicuramente quella di usarlo per tener conto dei nostri appuntamenti, delle ricorrenze e quant’altro.

Nel caso di Apple, i suoi utenti posso contare su un’app Calendario davvero eccezionale. Infatti si tratta di un’applicazione robusta, facile da usare e ci dà la possibilità, se inseriamo un evento sul nostro iPhone, ad esempio, di ritrovarcelo immediatamente su tutti i nostri dispositivi dell’azienda della mela morsicata.

Inoltre permette, con una certa precisione, di calcolare il tempo necessario a raggiungere un luogo, tenendo conto anche del traffico in tempo reale, suggerendoci quando partire per non arrivare in ritardo.

Nonostante, come detto, l’app Calendario di Apple sia una delle migliori, vogliamo vedere come si comportano le applicazioni alternative che possiamo trovare sullo store, per verificare, se ne hanno, i loro punti di forza.

Generalmente, queste app alternative, utilizzano due strade per cercare di far meglio rispetto all’applicazione di Apple. Un primo modo è quello di cercare di renderle veloci nell’inserimento di un nuovo evento o nel ricercarne uno esistente. Non tutte ci riescono ma quelle che lo fanno si sono rivelate sorprendentemente veloci.

Un secondo modo è quello di puntare ad un design accattivante che superi quello del Calendario di Apple.

Il vero problema di queste app alternative è che, a differenza di quella pre-installata su iOS o su Mac, sono a pagamento. Un utente, quindi, si troverà a pagare da 5 ai 50 dollari per poter installare queste app.

Fortunatamente tutte danno la possibilità di scaricare una versione di prova, almeno per il Mac, in modo da poter dare un’occhiata e decidere se faccia al caso nostro o meno.

Tutte le app, sia per Mac che per iOS, utilizzando, come base, quella di Apple. Questo significa che potremmo fare il download di una qualsiasi app Calendario e troveremo, immediatamente, tutti i nostri eventi salvati.

Dai test fatti, nessun Calendario alternativo è stato all’altezza di quello di Apple. Tuttavia, vi è uno che si è avvicinato molto e diverse app che potrebbero essere addirittura migliori in base alle esigenze degli utenti.

Se non c’è un’applicazione prima della classe, ve ne sono sicuramente delle ultime. Due, infatti, si sono rivelate le peggiori fra quelle testate.

Le app Calendario peggiori

La prima è sicuramente Google Calendar per iOS. Nonostante il servizio offerto da BigG sia potente, l’applicazione gratuita per iPhone e iPad è un vero disastro.

Questo giudizio negativo è figlio del fatto che l’app è davvero fatta male. L’applicazione è disponibile solo per iOS, non c’è una versione per Mac.

Se proprio vi trovate bene con il servizio Google Calendar, il consiglio è quello di utilizzare l’app di Apple la quale è in grado di collegarsi con Google Calendar sia su Mac che su iOS. Forse non è la soluzione migliore ma funziona.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La seconda peggiore app è Microsoft Outlook per iOS. Anche in questo caso il consiglio è quello di usare il Calendario Apple e usare il proprio account Microsoft Exchange.

Le migliori app Calendario per i prodotti Apple sono Fantastical, BusyCal, Calendars 5 e Timepage. Una menzione speciale va fatta per Informant 5: si tratta di un applicazione utile per gestire un fitto programma di appuntamenti e, per questo motivo, incorpora un calendario.

Timepage by Moleskine

Quest’app è stata testata soprattutto per il suo design. Infatti, non bisogna sottovalutare l’importanza di avere un design attraente per un app che viene usata tutti i giorni e consultata più volte al giorno. Con uno sguardo rapido a Timepage abbiamo subito sott’occhio tutti i nostri impegni giornalieri senza perdere troppo tempo a ricercarli.

Timepage lavora bene quando si ha a che fare con un solo calendario. Se la vostra intenzione è quella di separare gli impegni lavorativi con quelli extra lavorativi, l’applicazione li mostrerà entrambi, ma non allo stesso tempo.

Il difetto di quest’app di Moleskine è la lentezza, che si nota se si consulta spesso il calendario per controllare tutti i nostri impegni.

Timepage 2.0.1 per iPhone richiede iOS 9.2 o superiore e costa 4.99 $. La versione per iPad richiede, anch’essa, iOS 9.2 o superiore ed è possibile scaricarla al prezzo di 6.99 $.

Calendario

Calendars 5

Calendars 5 è disponibile solo per iPhone e iPad. Se usate solo questi due strumenti non ci sono problemi, ma se avete anche Mac dovrete cercare un’alternativa.  

Il punto di forza di questa applicazione è una vista degli impegni settimanale particolarmente ben progettata. Infatti, mettendo in orizzontale il vostro device avrete una vista settimanale con una colonna dedicata ad ogni giorno. Girando in verticale il dispositivo avrete una lista degli impegni divisa per giorno.

Calendars 5 è una delle poche app ad offrire una vista chiara sull’elenco dei nostri impegni. Ci permette di dare un’occhiata rapida agli impegni della giornata, a quelli del giorno dopo o della prossima settimana e via dicendo.

Inserire un nuovo impegno è estremamente facile e veloce. Forse non è il migliore ma è abbastanza buono perché fa uso del linguaggio naturale. Infatti, invece di dover inserire le varie informazioni come l’inizio dell’evento, la sua fine, il giorno, che tipo di evento ecc. basterà digitare una frase come, ad esempio, “Appuntamento con Bert da Starbucks il prossimo Martedì a mezzogiorno” e l’app sarà in grado di capire da sola tutte le informazioni necessarie per annotare il nostro impegno.

L’uso del linguaggio naturale è, sicuramente, uno dei punti di forza di Calendars 5. Per poterla utilizzare, l’app richiede iOS 8.3 o superiore e ha un prezzo di 6.99 $.

Questo slideshow richiede JavaScript.

BusyCal

Anche BusyCal utilizza il linguaggio naturale per permetterci di annotare i nostri impegni. Questo però non rappresenta il valore aggiunto dell’app.

L’app è stata annoverata tra le migliori perché è piena di funzioni potenti sia nella versione iOS che Mac. Manca però una versione per Apple Watch.

L’applicazione utilizza un suo sistema di allarmi di notifica che non si basa su quello di Apple. Questo permette all’utente di scegliere per quanto tempo posporre l’allarme ma, di contro, non permette la cancellazione di un allarme su Mac, ad esempio, se abbiamo visualizzato l’impegno sul nostro iPhone.

BusyCal ci fornisce, anche, le informazioni sul meteo per ogni giorno e,se lo vogliamo, anche le informazioni sulle fasi della luna.

Quest’app è molto veloce nell’inserimento degli appuntamenti e questo rappresenta uno dei suoi punti di forza.

Infatti, se, ad esempio, riceviamo una telefonata e dobbiamo controllare i nostri appuntamenti, basterà fare un click su un’icona a forma di chiave e ci comparirà subito il menu di BusyCal che ci permetterà di dare uno sguardo ai nostri impegni ed, eventualmente, inserirne uno nuovo.

BusyCal 3.5.1 richiede OSX 10.11 o superiore e costa 49.99 $. La controparte per iOS la si trova su Apple Store e costa 4.99 $ e richiede iOS 9.0 o superiore.

Calendario

Fantastical

Se dovessimo decretare un vincitore per la migliore app Calendario dopo quella Apple, sicuramente sarebbe Fantastical. L’applicazione è disponibile per Mac, iOS e Apple Watch.

Prendiamo, ad esempio, la barra dei menu. Tramite essa, almeno nella versione Mac, possiamo vedere tutti i nostri impegni dei prossimi giorni o prossimi mesi ed è anche possibile effettuare una ricerca tra di essi.

Si può anche scegliere di visualizzare solo i nostri impegni lavorativi o solo quelli extra lavorativi o entrambi e avere uno sguardo d’insieme.

Anche Fantastical prevede l’utilizzo del linguaggio naturale per l’aggiunta di un nuovo impegno al nostro calendario. Inoltre, rispetto a tutte le altre app testate, è la migliore implementazione. Altre app si stanno avvicinando al livello di Fantastical, ma quest’ultima è ancora superiore anche a Calendario di Apple.

Sia su Mac che su iOS, quando iniziamo a scrivere un nuovo appuntamento, Fantastical apre un box nella vista mensile. Ad esempio, se scriviamo “Pranzo giovedì”, l’applicazione sposta il box sul giorno dell’appuntamento. Se aggiungessimo anche l’orario, sposta il box contenente il nostro impegno all’orario stabilito. Questo meccanismo ci permette di controllare se l’app prende nota correttamente del nostro appuntamento, perché vediamo in tempo reale dove essa lo va a segnare.

I punti deboli di Fantastical

Ovviamente l’app non è perfetta. Ad esempio, ci piacerebbe vedere l’elenco degli eventi in modo da avere, in un solo colpo d’occhio, una vista sui giorni liberi rispetto a quelli impegnati. Da questo punto di vista il design di Fantastical non è il massimo e per controllare questo dobbiamo guardare approfonditamente e non, come sarebbe più comodo, con uno sguardo veloce.

Fantastical 2.8.3 richiede iOS 10.0 o superiore o Mac 10.11.5 o superiore. L’app costa 4.99 $ nella versione per iPhone e 9.99 $ per iPad. Fantastical 2.3.3 per Mac costa 49.99 $.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come abbiamo già detto, la scelta di un’applicazione Calendario è molto personale. Ogni utente troverà migliore un’app piuttosto che un’altra in base alle sue esigenze. C’è chi si troverà bene con quella di Apple e chi invece opterà per una di terze parti che gli possa fornire qualche funzione in più o un design più in linea con i propri gusti. A voi la scelta.

Via

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: