Whatsapp

Brutte notizie per tutti gli utenti di WhatsApp

Se si pensa al Google Play Store, il market di app di Android, ormai lo si considera come se fosse sempre esistito. In realtà il Play Store esiste da soli 5 anni, e l’anniversario lo si è festeggiato ieri, 11 marzo 2017. Oltre all’anniversario del Play Store però, arrivano anche brutte notizie per gli utenti di WhatsApp.

Per celebrare l’evento, Google ha rilasciato il resoconto delle app più scaricate sui vari devices Android. Senza grosse sorprese, Facebook domina il podio, ma si nota che manca un’applicazione ormai onnipresente – WhatsApp.

Come tutti sappiamo, WhatsApp è un’ottima applicazione per l’instant messaging. A dire la verità, è l’applicazione più utilizzata per messaggiare a livello mondiale. Gli utenti mensili attivi sono 1.2 miliardi – un numero impressionante, circa 1/6 dell’intera popolazione mondiale. Nonostante questo però, WhatsApp non compare nella top 5 delle app più scaricate.

Al contrario, Facebook si è presa ben due posti. Il social network di Zuckerberg infatti occupa il primo posto della lista, seguito a ruota dall’applicazione collegata Facebook Messenger. Medaglia di bronzo invece per Pandora Radio, seguita al quarto posto da Instagram (anch’essa posseduta da Facebook) e infine al quinto posto da Snapchat.

[maa id=’1′]

Brutte notizie per WhatsApp: probabilmente verrà implementata la pubblicità all’interno dell’applicazione

A questo punto molti si saranno chiesti: ma chi usa Pandora Radio? In effetti, in Italia nessuno, dato che non è scaricabile nel nostro paese. Questa app è un’ottima alternativa gratuita a Spotify, la quale per qualche motivo non è disponibile da noi. Dunque come si può intuire la classifica è relativa alle applicazioni scaricate negli Stati Uniti.

WhatsApp infatti non è così diffusa negli US come in Europa, e questa cattiva notizia riguarda soprattutto noi. Si sa ancora molto poco riguardo ad essa, ma secondo alcune fonti WhatsApp probabilmente rovinerà il suo ottimo servizio permettendo alle aziende di contattare direttamente gli utenti. In futuro dunque, potrebbero arrivarci messaggi privati di aziende che pubblicizzano i loro prodotti.

Come sappiamo, l’applicazione è completamente gratuita: non si paga alcun tipo di servizio per poterla utilizzare. Sembra però che Facebook abbia deciso di monetizzare il tutto, permettendo così di guadagnare senza far spendere soldi agli utenti. Nonostante non dovrebbero esserci problemi di spam, questa nuova feature sarà molto fastidiosa.

Se l’implementazione di messaggi pubblicitari dovesse risultare troppo fastidiosa, molto probabilmente gli utenti andranno alla ricerca di alternative altrettanto valide a WhatsApp, come per esempio Telegram. Non resta che attendere e vedere cosa succederà.

Via

Ultimi post

Breaking News

Ultimi Articoli: