Marte

Arriva la luna artificiale !

La luna artificiale

Una luna artificiale in cielo, in grado di illuminare a giorno una metropoli da 14 milioni di abitanti? Un’idea pazzesca che ha il sapore della fantascienza, invece cosi non è. A Chengdu, quarto centro più popoloso della Cina, l’amministrazione comunale progetta di lanciare in cielo un satellite per l’illuminazione pubblica nell’anno 2020. Una luna artificiale che sarà otto volte più luminosa e potente di quella vera e in grado di prendere il posto di tutti i lampioni attualmente presenti. Non pensate ad un’enorme lampadina: il satellite infatti rifletterà la luce prodotta dal sole, tramite l’utilizzo di un apposito rivestimento posto sulle ali semoventi. Per ora non sono disponibili molti dettagli circa questo dispositivo. Se tutto funzionasse come ci si attende questa luna artificiale permetterebbe di risparmiare qualcosa come 2,5 miliardi di euro in cinque anni di utilizzo.

Altre notizie sul dispositivo

Le sperimentazioni di questo progetto che ha dell’incredibile, sono iniziate ormai da parecchio tempo, stando a quanto affermato durante una conferenza stampa delle aziende interessate alla costruzione. Secondo le previsioni dell’istituto, il satellite sarà in grado di illuminare un’area con un diametro davvero importante, si parla di una misura compresa tra i 10 e gli 80 chilometri. Questo consentirà di avere un diametro variabile, con la conseguente possibilità di decidere liberamente la quantità di zona da illuminare. Considerando che l’area metropolitana di Chengdu è di circa 5 mila chilometri quadrati, se ne deduce che qualora l’illuminazione sfruttasse il massimo diametro previsto, sarebbe possibile eliminare tutti i lampioni presenti in città.

Mid-Autumn Festival Celebrations In China

Come cambierebbe la vita in città?

Come cambierebbe la vita in città? Un ricercatore incaricato dall’istituto ha voluto rassicurare tutti coloro che sembrerebbero preoccupati dalle problematiche che questo nuovo sistema potrebbe creare. Per ciò che concerne la numerosa popolazione di animali in libertà di Chengdu, ha voluto infatti precisare come l’illuminazione prevista, sarà leggera e ricorderà la luce del tramonto. Un altro problema è quello di capire come potrebbe essere vivere in una città, nella quale non è mai possibile stare al buio, nemmeno qualora la vostra abitazione fosse lontana dalle strade. Prima di affrontare questi discorsi, però, c’è da capire quanto sia probabile che il progetto vada realmente a buon fine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: