GameStop chiude definitivamente 300 negozi

GameStop chiude definitivamente 300 negozi

GameStop ha annunciato che quest’anno chiuderà oltre 300 negozi. La notizia arriva dall’ultima chiamata di guadagni di GameStop, che ha anche presentato un commento del rivenditore su un possibile ritardo della PS5 e della Xbox Series X. Secondo GameStop, ha chiuso 321 negozi lo scorso anno fiscale, portando il suo numero di negozi a 5.500 sedi. Detto questo, secondo l’amministratore delegato dell’azienda, George Sherman, ci sono piani per raggiungere o superare questo numero durante questo anno fiscale, il che significa che presto ci saranno molti dipendenti GameStop senza lavoro.

Al momento della pubblicazione, non è chiaro quali negozi verranno chiusi e quando saranno abbassate le saracinesche. Detto questo, probabilmente si verificherà gradualmente durante l’intero anno. Altrove durante la chiamata degli utili, il rivenditore ha rivelato che nonostante il coronavirus abbia interrotto il commercio in tutto il mondo e costretto a chiudere tutti i negozi GameStop negli Stati Uniti, in realtà c’è stato un aumento del 2% delle vendite dei negozi a marzo rispetto a marzo 2019. Questo è probabilmente a causa del fatto che sia DOOM Eternal che Animal Crossing: New Horizons sono arrivati questo mese.

GameStop: chiusura di 300 negozi fisici

Detto questo, mentre GameStop ha chiuso l’anno fiscale con una nota abbastanza decente, l’anno nel suo insieme è stato un anno difficile per il rivenditore. Per l’ultimo trimestre fiscale, GameStop ha registrato un reddito netto di 21 milioni di dollari. Tuttavia, per l’intero anno fiscale, le entrate sono diminuite del 22% a 6,47 miliardi, il che si è tradotto in una perdita netta di 470,9 milioni. Ciò ha portato a un notevole calo delle vendite di software e hardware. Nel frattempo, in contemporanea a questo calo c’è stato un aumento del 4% sugli oggetti da collezione.

All’inizio del 2020, siamo concentrati sulle nostre priorità chiave, ma riconosciamo che continuiamo ad affrontare il temporaneo vento contrario delle vendite di hardware e software della console di generazione inferiore mentre i consumatori ritardano gli acquisti in previsione del lancio di nuove piattaforme previsto nel corso dell’anno“disse il suddetto Sherman.

Guardando al futuro, GameStop rileva che attualmente è difficile fornire indicazioni finanziarie ai suoi investitori per questo anno fiscale, considerato il coronavirus. Tuttavia, il rivenditore nota che si aspetta primi tre trimestri impegnativi, ma spera che questo verrà compensato nell’ultimo trimestre, per gentile concessione della PS5 e della Xbox Series X.

 

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Studente di ingegneria meccanica, appassionato di tutto ciò che riguarda i motori, la tecnologia e la musica