Coronavirus: Google aiuta il commercio con i Droni Wing

Coronavirus: Google aiuta il commercio con i Droni, in alcune zone del mondo adottano i Wing di big “G” per distribuire beni di prima necessità

Da quando è esplosa l’epidemia di Coronavirus, i droni finalmente entrano in campo consegnando viveri alla popolazione per gestire la situazione economica del paese.

Molti settori delle economie nazionali sono infatti caduti in ginocchio, ma quelli  hi-tech come quello alimentare stanno vivendo un trend positivo nella crisi.
Infatti, in previsione futura, era chiaro che lo Smart Working  richiedesse particolare attenzione per le consegne a domicilio di prodotti, spesa e  cibo.

Tra i nuovi droni, c’è sicuramente Wing, un progetto di Alphabet-Google che già da diversi anni li utilizza per il trasporto di merce.

Le aree come  Virginia, Finlandia e Australia, non hanno subito nessun crollo per il lockdown generale, ma anzi, hanno visto raddoppiare le proprie richieste. Oltre 1000 in solo due settimane.

Tra i beni acquistati c’è la carta igienica, pane, latte, alimenti per bambini e medicinali da banco.  I clienti possono ordinare anche caffè e gelato, con la spedizione predisposta in un contenitore termico per proteggere la temperatura.

Visto la richiesta, il Team di Alphabet – Google, oltre a incrementare la produzione di droni, sta stringendo diversi rapporti commerciali con farmacie e distributori di beni di prima necessità, permettendo un commercio ecologico, veloce ed efficace.

Autore dell'articolo: Emanuel Berardicurti

Scrittore e Articolista Web, aspirante giornalista Pubblicista. VideoMaking e Recensioni Scrive per www.ifattinews.it www.unfoldingroma.com www.exclusivemagazine.it